Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

La singolare protesta quartese

Stipendio pagato dopo 4 giorni, città sotto montagne di rifiuti


Stipendio pagato dopo 4 giorni, città sotto montagne di rifiuti
30/06/2010, 23:06

QUARTO – Rifiuti, è ancora emergenza. Anche in terra flegrea. Anche a Quarto. Questa volta il disagio è causato dai dipendenti della società addetta alla raccolta. In merito è intervenuto il sindaco Sauro Secone: «E’ inaccettabile che una cittadina di 40mila abitanti subisca disagi per i quintali di spazzatura che marciscono al sole, per colpa dei dipendenti della società Quarto Multiservizi spa, che hanno proclamato una agitazione sindacale per protestare contro il mancato pagamento della quattordicesima, che sarà erogata il 5 luglio anziché l’1 luglio. Francamente è inaudito che per appena 4 giorni di ritardo nei pagamenti questi lavoratori si astengano dal prelevare i rifiuti e lascino Quarto in piena emergenza. Si dovrebbero solo vergognare di ciò che stanno provocando in città. Se per questo fine settimana Quarto non tornerà pulita, congelerò immediatamente il pagamento delle quattordicesime che non saranno per nulla erogate e non accetterò nessun incontro con i sindacati».

E’ il tenore dell’ultimatum lanciato dal primo cittadino di Quarto dopo la crisi registrata nelle attività di prelievo dei rifiuti per colpa della protesta dei 72 dipendenti della Multiservizi, che hanno proclamato assemblee sindacali durante l’orario di lavoro, chiedendo il pagamento immediato delle spettanze economiche.

«Facendo le assemblee sindacali nelle ore in cui avviene il conferimento in discarica – sottolinea il sindaco Secone – si è bloccato il servizio di prelievo e deposito. Abbiamo garantito le erogazioni economiche, ma abbiamo solo avvisato di un ritardo di 4 giorni. Quarto è in ginocchio e si chiede ai suoi cittadini di compiere sacrifici enormi e di sopportare il cattivo odore e le montagne di spazzatura solo perché 72 dipendenti della Multiservizi non vogliono aspettare appena 96 ore per i pagamenti. Questi dipendenti dovrebbero chiedere scusa ai 40mila abitanti di Quarto per quello che stanno facendo subire loro in questi giorni».

Il primo cittadino, poi, ha dato mandato ai tecnici del Comune di Quarto di avviare l’affidamento esterno del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, qualora la situazione non dovesse sbloccarsi entro domenica.

 

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©