Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Striano, carabinieri scoprono e sequestrano opificio clandestino

Denunciato il titolare e sospesa l’attività

Striano, carabinieri scoprono e sequestrano opificio clandestino
20/12/2013, 12:10

STRIANO - Opificio, clandestino, per la produzione di capi di abbigliamento in via San Valentino, era senza le prescritte agibilità e vi si operava in violazione alle norme per l’igiene e per la sicurezza sui luoghi di lavoro.
L’ennesimo opificio clandestino è stato scoperto dai carabinieri della locale stazione insieme ai colleghi del gruppo tutela lavoro di Napoli e nil Napoli e con la collaborazione della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, nel corso di un servizio predisposto per contrastare il fenomeno del lavoro sommerso.
Il predetto personale vi hanno fatto irruzione nella tarda serata di ieri e all’esito dei controlli è stato denunciato in stato di libertà per violazione alle leggi a tutela dei lavoratori il titolare dell’attività, un cittadino cinese 29enne domiciliato a Striano.
Nel capannone sono stati trovati 4 extracomunitari che lavoravano a nero di cui 3 clandestini. Al titolare sono state contestate 26 violazioni penali, in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, per un totale di 90.000 euro e 9 violazioni amministrative, per un totale di 15.700 euro. Il locale di 250 mq circa e 29 macchine da cucire professionali sono stati sequestrati. L’attività imprenditoriale è stata sospesa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©