Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Terra dei Fuochi, De Lieto (SCDS): Positiva iniziativa del Governo


Terra dei Fuochi, De Lieto (SCDS): Positiva iniziativa del Governo
02/12/2013, 12:16

La situazione della vasta area fra le provincia di Caserta e Napoli  che passa come “Terra dei Fuochi”, è oggetto di un decreto  legge, a tutto campo, del Governo, per procedere alle opportune  bonifiche di questo territorio, che  è ritenuto più che opportuno dal SCDS. Il Sindacato Comparto Sicurezza  e Difesa (SCDS), ha dichiarato il Segretario Generale Antonio de Lieto, da tempo ha sollecitato una puntuale mappatura di tutto il territorio, per individuare  con esattezza le aree interessate  all’inquinamento ed ora questo decreto legge, va proprio in questa direzione. Questa grave situazione,  sta creando problemi enormi anche sul versante economico, a causa della generalizzazione a cui, troppo spesso, è portato il mercato. I prodotti provenienti dalla Campania, sul mercato nazionale ed internazionale, stanno  incontrando molte difficoltà e le vendite sono diminuite drasticamente, nonostante i tanti controlli e la serietà degli operatori  che hanno tutto l’interesse ad immettere sul mercato  prodotti genuini  e sicuri, in linea con la tradizione agroalimentare della Campania .Ecco perché – ha continuato de Lieto – è indispensabile individuare con esattezza l’area interessata a questo fenomeno  che non riguarda, certamente,  l’intero territorio regionale. Il Decreto Legge che, secondo quanto riferisce il Ministro Orlando, approderà in Consiglio dei Ministri, domani ,prevede,fra l’altro, “ nuovi strumenti di carattere repressivo che consentiranno alle Forze dell’ordine d intervenire in modo più efficace, in relazione a fenomeni di sversamento, incendi dolosi, abbandoni di ingombro”. Il Sindacato Comparto Sicurezza e Difesa. - ha concluso de Lieto – lancia un appello a tutti i cittadini, affinché segnalino alle Forze di Polizia ed all’Autorità giudiziaria  ogni episodio di avvelenamento del territorio di cui dovessero venire a conoscenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©