Provincia / Torre Annunziata

Commenta Stampa

Torre Annunziata, summit tra capitaneria e distretto nautico


Torre Annunziata, summit tra capitaneria e distretto nautico
03/02/2011, 10:02

Lunedi 14 il prossimo incontro per definire strategia unica per individuare un’area tecnica di ormeggio e costruire uno scalo di alaggio. Summit in Capitaneria di Porto a Torre Annunziata con gli imprenditori del Distretto Nautico di Rovigliano. A convocarlo il nuovo Comandante Tenente di Vascello Claudia Di Lucca, con l’obiettivo di approfondire la conoscenza del territorio e nello specifico degli operatori della cantieristica e della nautica da diporto, che rappresentano il cuore pulsante, in termini economici, di questo territorio. Incontro avvenuto ieri con un totale di 9 società: Air Naval Yacht, Alcina, Arcadia Yacht, Gagliotta, Ge.Co., Nautica Rovigliano, Nisida Yachting, Peninsula Navis, Rovigliano Charter. Tra questi anche Renato Martucci, consigliere dell'Ucina - Unione Nazionale dei cantieri e delle Industrie Nautiche e Affini. Risultato? Si aperto il dibattito su due problemi seri per gli imprenditori in questione: L’individuazione di un’area tecnica di ormeggio e la necessità di costruire uno scalo di alaggio. Problemi che dal 2002 gli imprenditori stanno cercando di risolvere invano, lanciando quindi in questo caso l’appello alla Capitaneria stessa, pronta a farsi portavoce presso le Istituzioni delle problematiche in questione. “L’autorità marittima è molto attenta alle problematiche legate alla cantieristica navale ed al diporto nautico intorno alle quali, a Torre Annunziata, ruotano realtà imprenditoriali di importanza nazionale ed internazionale e che costituiscono un volano anche per lo sviluppo economico e sociale del territorio e dell’indotto - dice il Comandante Claudia Di Lucca - Il momento di incontro è stato fondamentale per sviluppare la sinergia necessaria tra gli imprenditori che hanno espresso la volontà di costituirsi come soggetto unico che porti avanti le iniziative imprenditoriali. Come autorità marittima sono particolarmente sensibile affinché tutte le attività legate alla cantieristica, dalla fase di costruzione a quella di varo, vengano svolte in condizioni di sicurezza e secondo il dettato normativo.”. Si punta dunque ora alla costituzione da parte degli imprenditori di un organismo unico, come profilo associativo o consortile, del Distretto Nautico di Rovigliano che andrà ad interagire con la Capitaneria di Porto di Torre Annunziata con gli altri Enti Pubblici per affrontare problemi seri, quali la necessità di realizzare infrastrutture, strade di servizio e maggiore cura della zona dove sono collocate le società in questione. Il prossimo incontro in Capitaneria di Porto, tra imprenditori e il nuovo Comandante, è in programma la prossima settimana, così da avviare poi una serie di incontri con gli Enti pubblici, quale Comune e Regione, per definire la strada da intraprendere per la risoluzione dei problemi elencati.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©