Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Torre del Greco, crollo stabile: aiuti straordinari agli sfollati


Torre del Greco, crollo stabile: aiuti straordinari agli sfollati
26/01/2011, 14:01

Torre del Greco – Gli sfollati di corso Garibaldi avranno un contributo dal Comune. Lasciano pertanto la struttura alberghiera. In questi ultimi tempi ci sono stati diversi i crolli e i relativi sgomberi forzati nell’area storica torrese. Vecchi stabili fine novecento in pessime condizioni, soprattutto di ordine statico-strutturale. Ovviamente resta la questione di ordine umanitaria nel voler offrire alle persone coinvolte un tetto. Tra l’altro, oltre anziani e bambini, pare che ci siano anche due persone agli arresti domiciliari. Insomma, una questione difficile e complessa da gestire. Eppure, sembra che il Comune stia mettendo in atto ogni possibile attenzione. In merito, il sindaco Ciro Borriello, ha detto: “siamo solidali e vicini alle famiglie coinvolte nei recenti sgomberi e crolli. Abbiamo fronteggiato con concretezza l’emergenza ospitando per 13 giorni ben 75 persone in una struttura alberghiera. Attualmente stiamo attivando le procedure per erogare un contributo straordinario agli sfollati. Inoltre, ho ritenuto necessario e doveroso chiedere con determinazione ai vertici competenti centrali e territoriali l’attenzione sia economica che strutturale per fronteggiare le complesse esigenze dei tantissimi concittadini che a tutt’oggi, purtroppo, versano in condizioni di notevole disagio”. “Ricordo che a seguito dei diversi fabbricati crollati – ha aggiunto - a causa della pesante vetustà e dei gravi dissesti statici, nonché ai relativi sgomberi forzati di alcuni palazzi con forti lesioni a rischio crollo, come da verifiche e disposizioni dei Vigili del Fuoco e dei Tecnici del Comune, sono state immediatamente ospitate presso una struttura alberghiera ben 75 persone a carico del Comune”. “In proposito, per far fronte agli ingenti costi – ha spiegato il Primo cittadino - che hanno già inciso, considerando i precedenti crolli e tuttora incidono pesantemente sul bilancio dell’Ente, ho chiesto l’intervento di Maurizio Sacconi, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania, di Luigi Cesaro, Presidente della Provincia di Napoli, degli assessori regionali Ermanno Russo, alle Attività sociali, di Marcello Tagliatatela, all’Urbanistica e Governo del territorio, di Edoardo Cosenza, Protezione Civile, affinché sia concessa la dovuta attenzione sulla difficile problematica”. “Inoltre, ho anche chiesto un necessario ed articolato monitoraggio, soprattutto dal Dipartimento della Protezione Civile nazionale e regionale affinché si possa attuare una necessaria prevenzione tecnico-amministrativa per evitare tragiche conseguenze”. “Ricordo che solo per un caso fortuito, oserei dire per miracolo – ha sottolineato il Primo cittadino - non ci sono state vittime. I recenti crolli degli interi stabili di Via Piscopia, dei due palazzi di Via Libertà Italiana, di Vico D’Orlando e dei due stabili di corso Garibaldi hanno procurato notevolissime tensioni sotto diversi punti di vista tra gli interessati e non solo”. “Ribadisco – conclude Ciro Borriello - che questa Amministrazione, nonostante le molteplici e diverse difficoltà, sta operando con forte impegno e cura, cercando di soddisfare le necessità della pubblica collettività amministrata. Resta comunque una condizione oggettivamente complessa e difficile da gestire unicamente da questa istituzione comunale, soprattutto per motivi economici. Pertanto, auspico vivamente che gli organi sovracomunali interpellati possano mostrare in concreto una adeguata ed efficace risposta”. Filippo Borriello

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©