Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

La denuncia arriva dai vigilanti ambientali “Angeles”

Torre del Greco: Eternit nel Parco Nazionale del Vesuvio


.

Torre del Greco: Eternit nel Parco Nazionale del Vesuvio
10/12/2009, 12:12

TORRE DEL GRECO – Emergenza ambientale nel Parco Nazionale del Vesuvio. In località “Montagnelle” a Torre del Greco è stata notata la presenza di cumuli di eternit accantonati da tempo insieme ad ammassi di rifiuti solidi sparpagliati ovunque. La denuncia arriva dai vigilanti ambientali “Angeles”, un’associazione naturalista di volontariato che da oltre un anno si prodiga sul territorio per evidenziare l’emergenze d’impatto ambientale. Non è la prima volta che nell’area protetta si verificano emergenze di questo tipo. Alle pendici del vulcano spesso ci sono delle vere e proprie discariche a cielo aperto nelle quali si può trovare di tutto, anche materiale dannoso per la salute della popolazione, ma anche per la fauna protetta.
“L’eternit è altamente inquinante. E’ inammissibile -  ha dichiarato il responsabile dell’associazione Gerardo Medio - ciò che si verifica in quest’area protetta diventata per le incurie dell’amministrazione e l’inefficienza dell’ente parco del Vesuvio una vera e propria discarica a cielo aperto invece di essere trasformata in una zona di verde per giovani ed anziani”. L’associazione opera sul territorio senza scopo di lucro al fine di sensibilizzare la cittadinanza al rispetto dell’ambiente. “Il nostro intento - prosegue Medio - è anche quello di smuovere gli amministratori locali affinché prendano i dovuti provvedimenti. L’ente parco è assente e anche il Comune ha le sue responsabilità”. Parole forti, quelle che arrivano dai responsabili dell’associazione rivolte soprattutto alla classe politica locale. "Chiediamo all'ammnistrazione comunale  - concludono i responsabili dell'associazione -  un impegno concreto al fine di recuperare un bene così prezioso per l’intera città e creare spazi occupazionali". Uno scenario davvero inquietante un territorio che dovrebbe essere controllato e che invece è totalmente abbandonato.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©