Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Torre del Greco, importanti infrastrutture al cimitero


Torre del Greco, importanti infrastrutture al cimitero
24/01/2011, 15:01

Torre del Greco – Realizzati nuove infrastrutture al cimitero: una decorosa sala salma con gli annessi servizi sia per i cittadini che per i dipendenti con docce e quant’altro. Aspetto importante è che i servizi sono agibili per i diversamente abili. In proposito, il sindaco Ciro Borriello, ha sottolineato la sua soddisfazione dichiarando che “sono interventi articolati che offrono alla collettività servizi necessari ed una maggiore dignità ad un luogo caro a noi tutti. In particolare, ricordo i lavori effettuati nella zona più degradata, quella dell’ingresso da San Giuseppe alle Paludi. Tra l’altro, è già avviato un articolato piano per la disciplina delle attività edilizie, grazie al quale si potranno costruire nuove cappelle, monumenti e sarcofagi”. “Anzi, in questo ambito – ha aggiunto il Primo cittadino – si sta a ampliando l’area, inoltre a breve metteremo mano anche al piazzale antistante l’ingresso principale per una concreta ristrutturazione. Questa amministrazione, come previsto nel programma di governo, sta puntualmente mettendo in campo la massima attenzione per la reale riqualificazione dell’intero territorio cimiteriale. Attività notevolissime, come l’avvenuta realizzazione e rigenerazione dei campi inumativi bambini, la manutenzione e ristrutturazione del tempio nicchiario per 200 loculi. Ed ancora la ristrutturazione dei compresi nicchiari di Begonia, Gladiolo per ben 300 loculi”. “Sono lavori effettuati – ha concluso Ciro Borriello - sui compresi nicchiari Anemone e Magnolia per 1000 loculi ed ex 15° per 350 loculi. Fatti e numeri che confermano un impegno forte dell’amministrazione, teso ad una complessiva riqualificazione di aree da lungo, troppo tempo abbandonate e che oggi sono finalmente a disposizione della pubblica collettività. Sono grato dell’ottimo lavoro profuso dall’Ufficio edilizia cimiteriale diretto da Salvatore Loffredo”. Filippo Borriello

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©