Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Torre del Greco, tra i progetti dell'Assocoral l'impegno per la formazione


Torre del Greco, tra i progetti dell'Assocoral l'impegno per la formazione
29/07/2013, 09:37

TORRE DEL GRECO - Una targa all’ingresso di Torre del Greco dove si indichi “Città dei Cammei e del Corallo” e poi rilanciare in modo nuovo e costruttivo la formazione sul territorio puntando sulla maggiore collaborazione tra mondo della scuola e impresa.
Sono queste alcune delle iniziative di cui si fa portavoce l’Assocoral, l’associazione produttori di coralli, cammei e gioielli di Torre del Greco. Ma gli obiettivi perseguiti dal presidente Tommaso Mazza, dal consiglio direttivo e dai soci sono davvero tanti e includono ovviamente la sinergia con le istituzioni e gli organismi di categoria per valorizzare il comparto.
È già prevista, infatti, la partecipazione dell’Assocoral alla missione imprenditoriale NAPOLI A SHANGHAI – LORO DI NAPOLI che si terrà dal  1 al 7 novembre 2013. Si tratta di una iniziativa promossa da ICE ITALIA CONSOLATO GENERALE D’ITALIA A SHANGHAI in collaborazione con l’Unione Industriali di Napoli.
L’Assocoral punta a crescere, sensibilizzando sempre più colleghi verso le tematiche più o meno note ma senza dubbio meritevoli di essere approfondite e trattate nelle sedi competenti. Dopo il seminario sulla problematica Nichel, l’Assocoral punta sempre più a far sentire la propria voce in maniera produttiva,  ponendosi quale organismo di settore a forte valenza propositiva. Si intende, infatti, organizzare incontri a tema in cui si focalizza l’attenzione sul commercio con l’estero, con approfondimenti sui diversi Paesi per fornire agli addetti ai lavori un quadro completo sull’attuale situazione dei mercati di riferimento.
“Punteremo all’approvazione, entro tempi brevi, del Piano di Gestione G.F.C.M organismo della FAO, della nostra materia prima per avviare finalmente una regolamentazione della pesca nel Mediterraneo e avviare un utilizzo della risorsa in modo consapevole e razionale. Favoriremo – spiega il presidente nMazza - le collaborazioni con altre associazioni di categoria per condividere progetti e programmare interventi presso le autorità governative rappresentando l’intero settore orafo italiano”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©