Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

La soddisfazione del sindaco Borriello

Torre del Greco, un francobollo per i 205 anni della lavorazione del corallo rosso


Torre del Greco, un francobollo per i 205 anni della lavorazione del corallo rosso
01/10/2010, 12:10


TORRE DEL GRECO - “Uno splendido e suggestivo francobollo che spedisce e conferma nel mondo Torre del Greco come la patria del corallo. È una straordinaria opportunità che, tra l’altro, ricorda anche i 205 anni della lavorazione dell’oro rosso da parte di tantissimi artigiani e pregevolissimi artisti torresi che con amore e passione incidono, elaborano e tutelano ancora oggi una singolare e apprezzata produzione, vanto e orgoglio della locale economia”. Così Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco, all’evento tenuto stamani presso l’auditorium della Banca di Credito Popolare, in occasione della presentazione e dell’annullo speciale del francobollo. “A Torre del Greco, lo sviluppo economico – prosegue - passa certamente anche attraverso l’esaltazione delle tradizioni del territorio e la nostra lavorazione del corallo ha raggiunto nel mondo un livello di eccellenza assoluto. La nostra città, infatti, gode di un’imprenditoria con tradizioni plurisecolari nell’ambito dell’arte orafa, dell’incisione del corallo e della madreperla. Lavorazioni manuali, è giusto sottolinearlo, che non ammettono e non consentono clonazioni”. “Una risorsa preziosa, anzi, una fondamentale attività per il settore non solo economico, ma anche turistico e culturale – sottolinea il Sindaco - che annualmente attrae l’attenzione di un vasto pubblico di qualità. Per questi motivi siamo sempre vicini a tutti gli operatori torresi che con notevoli sacrifici operano e diffondono nel mondo gioielli di superba bellezza. Straordinari imprenditori che meritano la dovuta attenzione dalle istituzioni locali e centrali, sia a livello nazionale che internazionale, per proseguire con serenità un lavoro davvero unico. E con immenso piacere abbiamo appreso, proprio in questi giorni, che la commissione europea ha detto no all’inserimento del corallo nella specie a rischio di estinzione”. “Ritengo doveroso ringraziare Antonino De Simone, presidente della Credito Popolare, altro vanto della nostra città, per la cortese ospitalità, unitamente a Poste Italiane, alla dottoressa Marisa Giannini, responsabile della Divisione Filatelia e al dottor Tommaso Di Carlo, direttore della filiale Napoli Est per aver dato spazio ad una iniziativa davvero importante, per il suo forte significato simbolico. Esprimo ancora sensi di gratitudine in particolare all’Assocoral, al presidente Ciro Condito e soprattutto alla gentile Gioia De Simone, protagonista nell’attuare questa mirabile idea. Rivolgo un affettuoso ringraziamento all’autrice del francobollo, Maria Carmela Perrini per lo splendido bozzetto, in cui risalta un meraviglioso bracciale del XIX secolo, al Maestro Ciro Adrian Ciavolino e alla brava Giovanna Accardo che ci hanno regalato il bozzetto per l’annullo speciale, che rappresenta l’epitome della nostra città”. “Ricordo che il corallo – conclude Ciro Borriello - sta particolarmente a cuore alla mia Amministrazione. Nel progetto PiùEuropa è prevista, all’interno della cittadella del Mare nei Molini Meridionali Marzoli la realizzazione di un aquarium che riproduca l’habitat naturale per la riproduzione del prezioso oro rosso. Non a caso, la volontà di questa Amministrazione è ancora indirizzata ad avere a Torre del Greco, e non altrove, un centro commerciale ad hoc per valorizzare tutti gli imprenditori del settore. Inoltre, sono avviate le procedure per aprire a Palazzo Baronale un’area museale permanente dedicata al corallo, che metta in luce le eminenti personalità di ieri e di oggi che si sono felicemente contraddistinte in questa singolare arte. In proposito, mi sia consentito ricordare un nome su tutti, quello del grande Maestro Carlo Parlati”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©