Provincia / Caserta

Commenta Stampa

I militari di Capua sequestrano anche pistola e cartucce

Traffico di droga gestito da donne, 23 arresti dell’Arma

Blitz tra le province di Caserta, Napoli, Pisa e La Spezia

.

Traffico di droga gestito da donne, 23 arresti dell’Arma
19/04/2013, 10:05

CASERTA - Ventitré persone arrestate tra le province di Caserta, Pisa, La Spezia e Napoli. Per tutti l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al traffico, alla detenzione e allo spaccio di ingenti quantità di sostanze stupefacenti. Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dai carabinieri della compagnia di Capua, su mandato della Procura Antimafia di Napoli. Secondo quanto emerso dalle indagini, la droga, dai quartieri di Secondigliano e Ponticelli di Napoli, veniva trasferita nell’hinterland partenopeo, e più precisamente tra Caivano e Giugliano, per il confezionamento e la cessione ai referenti dei clan che gestivano le piazze di spaccio nelle province di Napoli e Caserta. Accertato dai militari dell’Arma il coinvolgimento di elementi ritenuti appartenenti ai clan Lo Russo, Prestieri e Mazzarella, attivi tra Napoli e provincia. Attraverso corrieri, poi, la cocaina veniva trasferita anche in Sardegna, Liguria e Toscana. Lì, con il supporto di pregiudicati di origine partenopea e di tossicodipendenti del luogo, veniva spacciata nei locali notturni e nelle discoteche. A capo dell’organizzazione criminale smantellata durante il blitz di oggi, c’erano tre donne che si occupavano in prima persona degli affari che ruotavano intorno al business della compravendita della droga. Si tratta di Francesca Romeo, di 52 anni, moglie di un esponente del clan Bardellino, che era la promotrice e l’organizzatrice del vasto traffico illecito, Maria Martusciello, di 51 anni, che custodiva la droga per spacciarla, e Rita Castellone, di 38 anni, già agli arresti domiciliari, che, proprio per questo motivo, si occupava solo della custodia e del confezionamento della cocaina. Nel corso dell’operazione, oltre a grossi quantitativi di sostanze stupefacenti, sono state sequestrate, a La Spezia per la precisione, anche una pistola Browning 765 e circa 70 cartucce.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©

Correlati