Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Affiliato al clan di Marano, è stato ammanettato ad Ailano

Traffico internazionale di droga, stanato boss dei Polverino

Blitz dei militari della locale stazione,indagini proseguono

.

Traffico internazionale di droga, stanato boss dei Polverino
05/06/2013, 11:50

AILANO - Oltre ad essere un elemento di spicco del clan Polverino, attivo a Marano di Napoli e nei comuni limitrofi, gestiva, per conto del boss, un traffico internazionale di stupefacenti tra la Spagna ed il Marocco. Al termine di articolate indagini, i carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo William Salvatore, unitamente ai colleghi della compagnia di Piedimonte Matese, agli ordini del capitano Salvatore Vitiello, hanno rintracciato e arrestato ad Ailano, piccolo centro dell’Alto Casertano, Andrea Gagliardi, 35enne, con diversi precedenti penali. L’arresto, avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, ad opera dei militari dell’Arma, è uno di quelli che si possono definire eccellenti. Gagliardi, sposato con prole, come si diceva, oltre ad essere il referente del potente clan Polverino, trattava grossi quantitativi di hashish che venivano importati ed esportati da e verso la Spagna ed il Marocco. Probabilmente l’idea di vivere ad Ailano lo faceva sentire sicuro, sia per eventuali controlli ed anche per tenere sotto controllo i nemici giurati dei Polverino. Curare un business in un paese dell’Alto Casertano, tranquillo e balzato alle cronache per questioni irrilevanti, faceva sì che Gagliardi si muovesse in totale libertà. Ed invece così non è stato, perché i carabinieri del luogo, a seguito delle indagini avviate dal nucleo investigativo di Napoli, hanno posto la parola fine agli affari illeciti del boss emergente. Ora Gagliardi è stato tradotto in carcere, ma le indagini proseguono spedite, anche per verificare se lo stesso avesse in qualche modo messo mano alla gestione di ulteriori traffici illeciti sviluppatisi nell’Alto Casertano.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©