Provincia / San Giorgio

Commenta Stampa

Trasporti. Comune di San Giorgio ottiene dall' Anm nuovamente le linee di collegamento con Napoli


Trasporti. Comune di San Giorgio ottiene dall' Anm nuovamente le linee di collegamento con Napoli
21/07/2012, 09:22

"Dopo il vertice con i rappresentanti dell' Anm - dichiara l' assessore comunale di San Giorgio Francesco Emilio Borrelli che segue la problematica dei trasporti locali su delega del Sindaco Mimmo Giorgiano - è stata ripristinata dall' azienda a partire da lunedì 23 luglio l' esercizio della linea 156 che collega San Giorgio a Cremano con Napoli fino alla fine di agosto dal lunedì al venerdì dalle 6,00 alle 20,00. Da settembre la stessa linea farà servizio anche il sabato e la domenica. Inoltre è stata prevista una nuova linea che sostituirà il filobus 256 momentaneamente non attivo a causa di un problema di viabilità dovuto a un crollo di un edificio privato con un nuovo bus che partirà da Via Aldo Moro e arriverà a P.zza Garibaldi facendo un servizio circolare quotidiano. Quando sarà risolto il problema ci sarà ovviamente il rispristino della storica linea 256".
"Riteniamo estremamente positivo il raggiungimento in tempi rapidi di questi risultati - continua Borrelli - visto l' isolamento a cui era stata costretta incredibilmente la città di San Giorgio a Cremano dal trasporto pubblico campano che addirittura nelle ultime settimane non garantiva più addirittura i collegamenti minimi con Napoli aumentando di fatto anche il traffico cittadino e provinciale ed il relativo smog. La settimana prossima affronteremo anche il problema dei trasporti Eav Bus per ottenere la piena funzionalità di questo trasporto interno gestito sempre dalla Regione e su cui ogni giorno arrivano decine di proteste dei cittadini che lamentano un numero inconsistente di corse definite da moltii addirittura "fantasma". I cittadini sangiorgiesi meritano un servizio pubblico di qualità ed efficiente e anche se quello dei trasporti non è un settore direttamente gestito dal comune ci batteremo con forza per ottenere la piena funzionalità di questo settore".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©