Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Trasporti, Pentangelo: niente zavorre nel furturo delle TPL


Trasporti, Pentangelo: niente zavorre nel furturo delle TPL
18/07/2013, 11:53

“Perché una soluzione al problema sia efficace non si possono caricare zavorre che pregiudicano qualsiasi azione di rilancio nella politica dei trasporti locali”.

Così il presidente della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo, commenta il fallimento dell’acquisizione dell’EAVbus da parte della cordata pubblica di cui faceva parte anche la CTP, l’azienda di trasporti partecipata della Provincia di Napoli.

“Il problema dei trasporti nell’area metropolitana di Napoli – ha aggiunto Pentangelo - è oggetto di un tavolo sempre aperto tra le istituzioni. Con Stefano Caldoro e Luigi de Magistris stiamo studiando un sistema delle TPL che garantisca in maniera nuova ed efficace i collegamenti dell’area, magari prendendo spunto da altre realtà europee e nazionali efficienti e collaudate. Sono certo che alla fine riusciremo a trovare soluzioni efficaci.

Dalla vicenda dell’EAVbus ci giunge un monito: non possono essere scaricati sui nuovi soggetti che si vogliono impegnare nella gestione delle linee i pesi amministrativi che hanno portato le aziende del passato al fallimento, conclamato o solamente operativo”.

“Lo spirito non può e non deve essere questo. Abbiamo forti problemi contingenti che sono quelli dei dipendenti e dell’utenza, a cui devono essere assicurati i collegamenti. Sull’EAVbus si andrà probabilmente verso una proroga, ma mi auguro sia l’ultima perché non è rinviando sistematicamente che la soluzione diventa meno complessa. Se il giocattolo si è rotto, qualche conseguenza inevitabilmente dovrà esserci. Ma facciamo presto, perché tanto per gli utenti quanto per i lavoratori – ha concluso Antonio Pentangelo – la situazione è diventata insostenibile”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©