Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Gazebo, per l’intera giornata di oggi, a Vairano Scalo

Turbogas, petizione per fermare la centrale di Presenzano

E sabato prossimo nuovo corteo a difesa dell’ambiente

.

Turbogas, petizione per fermare la centrale di Presenzano
13/04/2013, 10:27

VAIRANO SCALO - Prosegue la mobilitazione delle comunità della Valle del Volturno che si dicono contrarie alla realizzazione della centrale turbogas in quel di Presenzano. “Nonostante il settore energetico stia vivendo un periodo di crisi, dovuto ad un abbassamento della domanda da parte del mercato, - sostengono ambientalisti e comitati civici - non bisogna affatto abbassare la guardia”. Infatti, in attesa dell’esito dei due ricorsi pendenti dinanzi al Tar Lazio, la società Edison ha tutte le carte in regola per avviare i lavori dell’eco-mostro da un giorno all’altro. “Quindi, - questo il ragionamento del Comitato per la salvaguardia dell’Alto Casertano - è necessario portare avanti la battaglia sino a quando Edison non deciderà ufficialmente di ritirare il progetto”. L’obiettivo degli attivisti è chiaro: convincere Edison e le Istituzioni, che hanno dato in maniera molto superficiale il via libera alla centrale, a fare un passo indietro. Per tale motivo il Comitato terrà un gazebo informativo per l’intera giornata di oggi in piazza Unità d’Italia a Vairano Scalo “per sensibilizzare la popolazione sulla necessità che la battaglia diventi sempre più partecipata e condivisa”. Inoltre, saranno raccolte le adesioni per la giornata di mobilitazione interregionale, prevista per sabato prossimo a Presenzano, dove il Comitato No Turbogas dell’Alto Casertano, assieme a tutti i movimenti di lotta di Terra di Lavoro e del Molise, terranno un maxi-presidio per manifestare la contrarietà verso tutti gli impianti nocivi che, dalla Turbogas di Presenzano al Gassificatore di Capua, sono frutto di politiche dettate dalla speculazione affaristica e non dal benessere della collettività. In quest’ottica, il Comitato ha partecipato con successo alle giornate di mobilitazione regionale indette dal Movimento No Gas e dal Coordinamento Rifiuti-Energia di sabato scorso a Capua e di martedì scorso davanti a Palazzo Santa Lucia a Napoli.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©