Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Turismo. Parte il progetto “Sorrento porte aperte alla cultura”


Turismo. Parte il progetto “Sorrento porte aperte alla cultura”
22/06/2012, 14:06

Al via il progetto “Sorrento Porte Aperte alla Cultura”. L’iniziativa promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Sorrento, in collaborazione con l’associazione Peninsula Felix Giovani, è finalizzata a mantenere aperti alcuni monumenti nella fascia di chiusura pomeridiana, dalle ore 12 e trenta alle 16 e trenta, permettendo ai tanti turisti, per la maggior parte croceristi, di visitarli.
Iniziato la settimana scorsa, il progetto si divide in due fasi. La prima si concluderà il prossimo 5 settembre e coinvolge quattro monumenti: la Basilica Pontificia di Sant’Antonino Abbate, la Cattedrale, la chiesa di San Paolo e, in via sperimentale, la chiesa dell’Addolorata.
Prenderanno parte all’iniziativa circa 70 ragazzi tra cui una delegazione del liceo scientifico Salvemini che supporta questo progetto da cinque anni e alcuni alunni dell’Istituto San Paolo che prenderanno parte all’iniziativa fino al prossimo 15 Luglio.
La seconda fase invece prenderà avvio dal 6 settembre e si protrarrà fino a fine anno coinvolgendo la chiesa di Sant’Antonino.
“Siamo soddisfatti dell’iniziativa che contribuirà alla crescita culturale dei giovani della città di Sorrento, e farà aumentare in loro la consapevolezza di beni artistici presenti nel loro paese – commenta il consigliere comunale Massimo Coppola. Auspichiamo che altre iniziative simili possano essere poste in essere nell’immediato futuro.”
“Questa iniziativa – interviene Luigi Di Prisco, responsabile per le attività culturali dell’associazione Peninsula Felix Giovani – nel corso delle sue sei edizioni ha avuto una crescita esponenziale sia come monumenti coinvolti che per i ragazzi che hanno preso parte a queste iniziative”. Con il progetto di quest’anno si vuole porre in via sperimentale l’apertura di una singola chiesa, ovvero quella di Sant’Antonino anche nel periodo che va da settembre a dicembre per verificare l’impatto turistico che questa azione può sviluppare a livello territoriale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©