Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Umberto Ranieri si rivolge a Sorbillo


Umberto Ranieri si rivolge a Sorbillo
20/01/2011, 13:01

Napoli, 20 gennaio 2011 - Primarie – Ranieri si rivolge a Sorbillo: "Ho avuto modo in queste settimane di apprezzare gli argomenti sollevati da Gino Sorbillo, ma anche lo stile e il modo con cui egli ha affrontato il confronto delle elezioni primarie. Riconosco a Sorbillo di aver sollevato - con un approccio moderno e intelligente - i temi dell'ambientalismo legandoli ai temi dello sviluppo, del commercio, della crescita di una imprenditoria sana, mettendo al centro della sua iniziativa i problemi del mondo giovanile. Questi temi sono e saranno parte integrante del mio progetto per la città. Ecco perché sento di potermi rivolgere a Gino invitandolo a sostenere la mia candidatura. Le forze che si sono ritrovate intorno a Sorbillo potranno in questo modo contribuire da subito al successo di un impegno teso a determinare una svolta nei metodi, negli indirizzi e nello stile di governo della città e a contribuire così all’avvio della costruzione di “Una nuova Alleanza per Napoli”. E' molto importante che già da domenica sera sia possibile mostrare alla città che una più ampia e significativa aggregazione di forze si va realizzando.
Avverto la responsabilità di dover rappresentare pienamente le istanze di cambiamento che in queste settimane si sono manifestate nella nostra città. Spero di saper raccogliere la carica di entusiasmo e lo slancio con cui Sorbillo ha caratterizzato la propria presenza nelle primarie. Gino si è confrontato in modo corretto e con uno stile improntato a modestia (come sarebbe importante sapessero fare le personalità politiche della nostra città) con i problemi del centro storico, di tanti giovani e di tante piccole realtà produttive. Mi auguro che il mio invito sia accolto: sarebbe
un atto di "generosità" politica in un momento dove la politica sembra essere preda di una sempre più incomprensibile chiusura personalistica. Sarebbe ricordato come il punto di partenza della nostra nuova stagione politica".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©