Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Ci potrebbe essere una svolta per i lavoratori stabiesi

Un armatore internazionale per Fincantieri


Un armatore internazionale per Fincantieri
30/05/2011, 13:05

CASTELLAMMARE DI STABIA - Il dramma degli operai della Fincantieri si è spostato ieri  nello stadio di Castellammare di Stabia con le tute blu che hanno eseguito un giro di campo con  striscioni prima della gara di andata dei play off per la serie B tra Juve Stabia e Benevento, un modo per dimostrare la solidarietà ai lavoratori anche dal mondo dello sport. In attesa dell’incontro del 3 giugno, arriva anche una notizia che se confermata potrebbe far tirare un sospiro di sollievo ai lavoratori che rischiano il posto di lavoro. Esisterebbe infatti, secondo indiscrezioni ancora non confermate, un armatore internazionale disposto ad avviare una trattativa che potrebbe stabilire una consistente commessa da affidare proprio al cantiere stabiese. Ci sarebbe addirittura un incontro fissato con il governatore Caldoro, dopo un contatto avuto con l'Assessore all'Urbanistica della Regione Campania Marcello Taglialatela, per stabilire i dettagli. Ma anche su questa ,che se confermata potrebbe sembrare una buona notizia, non mancano le polemiche,  Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania ha dichiarato in una nota: «Occorre concretezza e capacità di condurre trattative delicate badando ai risultati tangibili, più che a momenti isolati,  per questa ragione circa nuove commesse e nuovi imprenditori interessati al sito di Castellammare di Stabia la politica degli annunci è sbagliata e, se gestita male, rischia di diventare un boomerang. La Regione Campania, con l’accordo del 24 maggio, si è impegnata a finanziare la realizzazione del bacino di costruzione, - ha continuato la Lucci-  ora deve fare fronte comune con noi per chiedere al Governo Nazionale di intervenire attivamente come è accaduto in Francia, anche per far sì che gli armatori, nel rinnovare le proprie flotte, si affidino a Fincantieri e quindi al sito di Castellammare. Alle Istituzioni locali, Provincia e Comuni, ribadiamo con forza la necessità di definire misure capaci di assicurare processi attrattivi del territorio, attraverso l’abbassamento temporale della tassazione e della tariffazione locale e la garanzia di servizi che favoriscano il “fare impresa”». La Lucci domani sarà a Castellamare per incontrare iscritti e simpatizzanti della Cisl, poi alle 17.30 il confronto si sposterà a Roma e coinvolge tutti i livelli dell’Organizzazione guidata da Raffaele Bonanni.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©