Provincia / Caserta

Commenta Stampa

"l'80% degli aventi diritto non gode dei fondi"

Università, Riccardelli:"Bene De Lucia, ora borse di studio e accordi con le imprese"


Università, Riccardelli:'Bene De Lucia, ora borse di studio e accordi con le imprese'
11/11/2010, 11:11

CASERTA - "Concordo pienamente con la proposta lanciata da Pasquale De Lucia per cambiare il nome della Seconda Università di Napoli in Università di Caserta, ma ci tengo a porre l'attenzione anche sul sempre più serio problema del taglio dei fondi per le borse di studio".
Il vicecommissario regionale dei giovani Udc, Gaetano Riccardelli, accanto al plauso per l'idea del consigliere regionale centrista di modificare il nome dell'ateneo casertano in modo da renderlo più identificativo con la città, allega dunque anche un invito a focalizzare l'attenzione su altri questioni altrettanto urgenti:"
Il senso di appartenenza all'università è importante ed in questo senso non posso che sperare nella piena realizzazione dell'idea modificativa di De Lucia - ribadisce -.
Tuttavia, in questo preciso momento, con il supporto del consigliere De Lucia, vorrei intavolare una riflessione lsulla necessità di portare avanti una decisa battaglia contro il preoccupante taglio alle già magre risorse per le borse di studio deciso dal governo Berlusconi".
Per Riccardelli, quindi "attualmente l'80% degli studenti che frequentano l'niversità e che hanno diritto ad una borsa di studio, rischiano seriamente di rimanere con tasche vuote e possibilità di studio precluse".
Per tale motivo, conclude il vicecommissario, "accanto alla questione legata alla denominazione,
credo sia opportuno preoccuparsi in maniera seria, percussiva e concreta per favorire accordi tra istituzioni e privati al fine di ripristinare i già insufficienti fondi esistenti per gli studenti meritevoli".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©