Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Consigliere dissidente?Fuori dal partito!

Urgono i coordinatori del PDL per aiutare Bacoli


Urgono i coordinatori del PDL per aiutare Bacoli
13/08/2010, 18:08

BACOLI – Prosegue la querelle del PDL bacolese. Il capogruppo consiliare, Simone Scotto Di Carlo, e il coordinatore cittadino, Antonio Carannante, hanno inviato un documento agli onorevoli Nicola Cosentino e Luigi Cesaro - rispettivamente coordinatore regionale e provinciale Pdl - e al sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano. Hanno voluto formalmente comunicare quanto è stato deciso nei confronti del consigliere Giuseppe Laringe, alias Geppino.
 Con la nota, firmata al termine di una riunione che si è tenuta nella sede politica del Pdl il giorno 10, “si propone di attivare le procedure disciplinari per l’espulsione del consigliere Giuseppe Laringe dal partito, avendo  preso atto anche del documento del gruppo consiliare di maggioranza Faro della Libertà”. “Il gruppo consiliare del Pdl  si è riunito per discutere e deliberare in merito all’atteggiamento tenuto dal consigliere  Laringe  durante la seduta consiliare del 9 agosto 2010 su un punto all’ordine del giorno relativo alla problematica del Centro Ittico Campano -  riporta il documento  – in tale seduta, il consigliere Laringe ha assunto atteggiamenti a dir poco inaccettabili, esprimendo affermazioni offensive e lesive verso i consiglieri di maggioranza e l’intera Amministrazione capeggiata dal sindaco Schiano”.
Verso questo atteggiamento i capigruppo del Pdl e del Faro della Libertà hanno espresso “un forte disappunto  nei confronti del consigliere Laringe, ravvisando un comportamento lesivo dell’ integrità morale del Pdl e degli interessi politici dello stesso”.
Peraltro, durante il consiglio comunale del  9 agosto, il primo cittadino Schiano ha dichiarato, con ampia condivisione del gruppo consiliare del Pdl,  che “chi non è in linea con le posizioni della maggioranza è automaticamente estromesso dalla stessa”.
“Il consigliere Laringe – continua il documento – ha continuato a disattendere i principi democratici del partito, votando contro il relativo punto all’ordine del giorno”.
Si propone "ai sensi dell'articolo 45-46 dello statuto del Pdl - conclude la nota - di attivare  le procedure disciplinari per espellere il consigliere Laringe dal partito Popolo della Libertà".
Ed ora si attendono le risposte di Cosentino e Cesaro, che potrebbero concordare con la volontà del partito locale. Contestualmente potrebbe dimettersi l'assessore Strato Teano nominato in quota Geppino Laringe.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©