Provincia / Caserta

Commenta Stampa

A sollecitarlo è stato il parlamentare del Pd Graziano

Vertenza Firema, vertice a Ministero Attività Produttive

Ci sarà anche il primo cittadino di Caserta Del Gaudio

.

Vertenza Firema, vertice a Ministero Attività Produttive
01/11/2012, 10:50

CASERTA - Dopo l'ennesima manifestazione di protesta da parte degli operai, sul fronte della vertenza Firema qualcosa, o almeno così sembra, comincia a muoversi. Il 15 novembre prossimo, infatti, su sollecitazione del parlamentare del Partito Democratico, Stefano Graziano, ci sarà un tavolo tecnico al Ministero delle Attività Produttive. Sarà questa l'occasione per affrontare il delicato nodo del futuro occupazionale degli addetti e per comprendere quali provvedimenti il ministero intenda adottare per ridare ossigeno e prospettive di ripresa e sviluppo per la provincia di Caserta che, fino a pochi decenni or sono, era considerata la Brianza del Sud. "Va dato seguito - commenta l'onorevole Graziano - all’accordo di programma per l’area ex 3M, chiedendo anche un impegno per il riassorbimento di tutte le maestranze Ixfin, Finmek, 3M e Costelmar. Dobbiamo - continua - chiedere al Governo quali azioni intende intraprendere, ad esempio, per il settore comunicazioni e la Jabil, per la salvaguardia dell’ex tabacchificio di Santa Maria Capua Vetere. Purtroppo - fa notare il parlamentare - la mappa della crisi non risparmia nessuna zona di questa provincia e la conseguenza sono oltre ventimila famiglie a rischio povertà”. All'appuntamento del 15 novembre prossimo non vorrà mancare anche il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, che, non più tardi di ieri, ha ricevuto una delegazione di lavoratori dell'azienda di trasposto sul ferro. A Del Gaudio i lavoratori hanno chiesto sostegno politico ed istituzionale. “Abbiamo anche chiesto che si faccia promotore di un intervento parlamentare della sua parte politica”, hanno raccontato le maestranze. Intanto, una lettera che ripercorre le varie tappe della vertenza Firema è stata consegnata a Pierluigi Bersani, segretario nazionale del Pd, durante l’iniziativa di martedì scorso a Villa Di Briano, dal titolo "Da Terra di Gomorra a nuova Terra di Lavoro". Indice puntato contro la Regione Campania, accusata di non aver ancora dato seguito agli impegni sulle commesse, ed il Governo centrale, che, oltre a garantire una proroga della cassa integrazione, fino ad oggi non ha voluto un incontro tra le parti interessate.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©