Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Ok in giunta al progetto definitivo. Lavori per 67 milioni

Via libera alla bretella per via Nazionale


Via libera alla bretella per via Nazionale
15/12/2009, 13:12

TORRE DEL GRECO - Dovrebbero iniziare a breve i lavori per la realizzazione del piano per la bretella tra il nuovo casello autostradale di via Sant’Elena e la periferia cittadina. Dopo 10 anni, dunque, è stato approvato in giunta il progetto definitivo per la costruzione di una strada di collegamento tra via Scappi e via Nazionale.
La questione sarà tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio comunale di giovedì prossimo. L’ultimo passo prima del via libera alla procedura di esproprio, sarà la dichiarazione di pubblica utilità successiva all’approvazione definitiva del progetto.
Un progetto da sempre nei piani dell’amministrazione comunale targata Ciro Borriello e destinato a cambiare radicalmente la viabilità a Torre del Greco.
I lavori saranno affidati alla Società Autostrade meridionali e finanziati dal Comune che dovrebbe stanziare dunque circa 67 milioni di euro. La nuova arteria che sembra concretizzarsi dopo anni di problemi burocratici e finanziari, servirà non soltanto a decongestionare e migliorare il traffico cittadino ma anche come possibile via di fuga nell’ottica del rischio Vesuvio.
Rispetto al disegno originale, il progetto prevede delle importanti modifiche che riguardano soprattutto la mole di espropri da eseguire, ben otto,  per consentire la realizzazione degli interventi.
La prima parte dell’opera era stata già realizzata dall’amministrazione guidata da Valerio Ciavolino cinque anni fa, con la realizzazione della prima delle due bretelle di collegamento, quella tra via Cavallo e via Scappi. Il secondo tratto adesso collegherà la zona nord di Torre del Greco con via Nazionale.
La bretella inoltre consentirà anche di far partire i lavori di ammodernamento dell’autostrada A3 con la creazione di un nuovo svincolo. Soddisfatto il sindaco Ciro Borriello. «Il progetto riguarda -spiega il primo cittadino- una zona della città dove non esistono arterie adeguate. Di qui l’idea di creare una strada che garantirà un accesso rapido alla Napoli-Salerno e al tempo stesso migliorerà la situazione del traffico cittadino, da sempre uno dei maggiori problemi di Torre del Greco. In più, potrà servire –conclude il sindaco Borriello- come  valvola di sfogo in un’eventuale eruzione del Vesuvio, consentendo anche ai residenti delle periferie di raggiungere in tempi brevi le vie di fuga autostradali previste dal piano di evacuazione».

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©