Provincia / Costiera Sorrentina

Commenta Stampa

Vico Equense aderisce alla giornata nazionale di sensibilizzazione "Puliamo il mondo 2012"


Vico Equense aderisce alla giornata nazionale di sensibilizzazione 'Puliamo il mondo 2012'
05/09/2012, 14:33

Vico Equense – La Città di Vico Equense aderisce alla manifestazione “Puliamo il mondo 2012”, promossa ogni anno da Legambiente su tutto il territorio nazionale e giunta alla ventesima edizione. I giorni individuati sono il 28, 29 e 30 settembre prossimi, durante i quali l’amministrazione organizzerà uno o più eventi legati al tema ambientale. Puliamo il Mondo è l'edizione italiana di Clean Up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.
Dal 1993, Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro di oltre 1000 gruppi di "volontari dell'ambiente", che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati e amministrazioni cittadine. “Saranno ripulite – spiega Michele Buonomo, Presidente Legambiente Campania - aree, le più disparate: boschi, strade, piazze, spiagge, rive di fiumi, gole, sentieri, grotte, zone archeologiche, monumenti. Sarà, ancora una volta, un'eccezionale occasione per un'azione concreta di volontariato diffuso e, soprattutto, servirà a lanciare un forte segnale, rivolto agli inconsapevoli sulla necessità di preservare un patrominio unico al mondo, risorsa imprescindibile per uscire dalla crisi attuale e costruire uno sviluppo duraturo e partecipato.” Per l’amministrazione comunale di Vico Equense si tratta di “un importante appuntamento per promuovere la pulizia e la tutela dell’ambiente”. “Puliamo il Mondo – ha sottolineato il Sindaco Gennaro Cinque - offre la possibilità di creare un altro momento per il miglioramento reale dei nostri luoghi e per un'incisiva sensibilizzazione ed educazione al rispetto degli stessi. Troppo spesso, infatti, ci troviamo ad assistere allo scempio d’importanti aree invase dai rifiuti. È necessario quindi sensibilizzare le coscienze a recuperare, proteggere e valorizzare il territorio e l'ambiente in quanto costituiscono un patrimonio paesaggistico, storico e culturale straordinario”. 
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©