Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Vico Equense, assessorato alle problematiche del nord, la proposta di Starace


Vico Equense, assessorato alle problematiche del nord, la proposta di Starace
16/03/2011, 09:03

Un assessorato “generalista”, dedicato esclusivamente alla zona collinare. Questa la decisione annunciata dall’avvocato Aldo Starace, candidato a sindaco alle prossime elezioni amministrative di Vico Equense, che comincia a pensare alla struttura della sua squadra di governo. “Basta con questa contrapposizione tra zone alte e capoluogo. Se eletto, sarò il Sindaco di tutta la città. Ma, per meglio venire incontro ai bisogni dei cittadini delle frazioni e per assicurare una rappresentanza più intensa e immediata, è necessario che vi sia un referente, cui affidare una competenza generalista e trasversale su tutto ciò che incida sull’area “nord” del paese, dai lavori pubblici, all’edilizia, all’urbanistica, al commercio, all’economia”.
Con queste parole Aldo Starace spiega la sua volontà di delegare uno dei quattro assessori, da cui sarà composta la nuova giunta, alla cura e alla gestione dei bisogni e delle necessità relative a una fetta di territorio, quella simbolicamente definita “nord”. “La conformazione territoriale di Vico Equense rende complessa l’amministrazione nella sua totalità – continua Starace – perché presenta aree molto diverse che hanno esigenze diverse. Un sindaco può anche da solo inquadrare i problemi, con cui convivono i residenti dei vari borghi e, soprattutto, tracciare una giusta scala delle priorità sulla base delle risorse disponibili, ma è certamente più rispondente ai principi del decentramento e della partecipazione utilizzare capacità e competenze del territorio. Pertanto ritengo necessario che ci debba essere un ponte che lo aiuti ad avere un’esatta visione delle situazioni e questo sarà rappresentato da un ‘assessore alle problematiche del nord’. Altro elemento che non si può ignorare è la necessità di una presenza femminile in giunta. Io garantirò una ‘quota rosa’ serve ad assicurare pari opportunità e una visione ancora più completa del territorio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©