Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Vico Equense. Dislessia: una sfida per la scuola


Vico Equense. Dislessia: una sfida per la scuola
26/03/2012, 10:03

Vico Equense - Il 1° Circolo Didattico di Vico Equense, in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi della Campania e il Comune di Vico Equense, mercoledì 28 marzo 2012, ore 17.30 presso l’Hotel Moon Valley a Seiano, ha organizzato una conferenza per fare il punto sulla dislessia e i disturbi dell'apprendimento (Dsa). L'incontro, intitolato "Dislessia: una sfida per la scuola!”, è stato promosso a seguito della recente entrata in vigore della legge 170 del 2010, che prevede un ruolo attivo degli insegnanti nell'individuare precocemente il rischio. Inoltre, secondo la nuova normativa, i docenti sono chiamati a comunicare l'esistenza del disturbo alle famiglie e a introdurre gli appositi strumenti compensativi e dispensativi. Dopo i saluti del Sindaco di Vico Equense, Gennaro Cinque, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Antonio Di Martino e dell’Assessore alle Politiche Sociali, Marinella Cioffi, interverranno: Debora Adrianopoli, Dirigente Scolastico 1° Circolo Didattico di Vico Equense “I D.S.A: una sfida per la scuola! Il nostro progetto Dislessia.” Diego Bouchè, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Campania. Giuseppe Esposito, Psicologo Generale e Sperimentale – Psicoterapeuta “Dallo screening alla diagnosi. Una rilevazione precoce per una compensazione precoce”. Gianfranco Mazzarella, Pediatra U.O.C. Pediatria O.O.R.R. Penisola Sorrentina “Il bambino con D.S.A., la sua famiglia, la sua scuola e… il suo pediatra.” Giovanna Gaeta, Rappresentante Territoriale AID Napoli responsabile dell’A.I.D. “I disturbi specifici di apprendimento in Campania: analisi e prospettive". In Italia si stima che la dislessia interessi circa 350.000 studenti fra i 6 e i 19 anni, pari al 4-5% della popolazione scolastica (mediamente uno studente per ogni classe di 20 alunni) ed è causa frequente di abbandono scolastico e di correlati problemi di autostima e di motivazione all'apprendimento. “Offrire a tutti i bambini – ha commentato il Sindaco Gennaro Cinque - con disturbi dell’apprendimento pari opportunità di formazione, con metodi didattici e strumenti di aiuto semplici ed efficaci, per sviluppare le proprie potenzialità, è una sfida per la scuola che la nostra Istituzione sosterrà con tutti i mezzi.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©