Provincia / Costiera Sorrentina

Commenta Stampa

Vico Equense. Festa di Santa Maria della Neve domenica 5 agosto ore 21.00 quartiere Pozzillo


Vico Equense. Festa di Santa Maria della Neve domenica 5 agosto ore 21.00 quartiere Pozzillo
03/08/2012, 12:42

Vico Equense - Domenica 5 agosto, ore 21.00, a conclusione della ricorrenza di Santa Maria della Neve, lo storico quartiere del Pozzillo vivrà, con il patrocinio del Comune di Vico Equense,  un viaggio nella canzone napoletana attraverso il cuore delle donne. In scena il gruppo artistico "Saturalanx". Protagoniste saranno: cantatrice, Colomba Staiano, recitante, Rossella Castellano, violinista, Carmen Russo, danzatrice, Silvana Gargiulo, violoncellista, Valentina Nunziata, pianista Antonino De Rosa con la regia di Salvatore Guadagnuolo. "Napoli e Donne è un omaggio - afferma Colomba Staiano, ideatrice dello spettacolo - un dono a tutto quello che Napoli ha rappresentato e rappresenta con la sua immensa cultura giunta fino ai giorni nostri, intatta nella sua validità culturale, sociale e antropologica".  Lo spettacolo ha come protagonista la donna, nucleo narrativo della tradizione artistica napoletana a cavallo del ‘900: una donna vista come fulcro e motore dei sentimenti più svariati, una donna che si esprime con parole appassionate, con canti melodiosi, solari, addolorati, struggenti, una donna che danza la sua gioia e il suo dramma nel rapporto infinito con un uomo/simbolo che è artefice e burattino del destino femminile. Donne forti. Donne deboli. Donne intense. Donne napoletane. Il Pozzillo rappresentava in epoca pre industriale l'ultimo luogo di passaggio dei nevaiuoli che scendevano dal Faito per portare alla marina di Vico l’indispensabile ghiaccio per gli ospedali, per la conservazione degli alimenti e per generi voluttuosi come il sorbetto. In questo luogo i portatori, generalmente abitatori della zona alta, posavano il loro carico e ristoravano sia l’animo con un rosario alla Madonna della Neve che il fisico con una bevuta al piccolo pozzo, per l’appunto Pozzillo, che ancora adesso esiste sul lato destro della chiesetta.
 
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©