Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Vico Equense. Il Comune scende in campo contro la povertà


Vico Equense. Il Comune scende in campo contro la povertà
30/11/2011, 15:11

Vico Equense - Un progetto per rafforzare la rete di solidarietà esistente nel territorio e aiutare soggetti e famiglie che vivono in condizioni di difficoltà. La Giunta Comunale ha approvato lo schema di convenzione da stipulare con le Associazioni di Volontariato Banco delle Opere di Carità e Centro di Solidarietà Giovanni Paolo II, per la distribuzione dei pacchi alimentari. Infatti, è intenzione dell’Amministrazione del Sindaco Gennaro Cinque, in un'ottica di solidarietà, aderire al “Progetto Programma Lotta alla Povertà”. In Regione Campania è attivo dal 1993 il Banco delle Opere di Carità, un’associazione a carattere nazionale che si occupa del recupero dello spreco facendolo diventare risorsa. Le attività del Banco sono la raccolta degli alimenti dalla filiera agroalimentare e la successiva ridistribuzione a enti caritativi e associazioni che operano nel sostegno verso le persone indigenti. “Il progetto – afferma Marinella Cioffi, Assessore alle politiche sociali del Comune di Vico Equense – al quale abbiamo deciso di aderire ha come obiettivo generale quello di contrastare la povertà. Da un’analisi della situazione territoriale è emerso che il numero di famiglie che non riesce a soddisfare i bisogni primari, è aumentato. L’elevato costo della vita e la precarizzazione del mercato del lavoro, - aggiunge l’Assessore Cioffi - unitamente all’indebolimento considerevole delle reti di prossimità, come il vicinato, gli amici, oppure i parenti, accrescono il rischio di cadere in situazioni di fragilità. I servizi locali non riescono a sopperire, con misure adeguate, ai bisogni dei cittadini. La convenzione con il Banco alimentare servirà a fronteggiare questa emergenza, portando un po’ di sollievo alle famiglie che non riescono a comprare il necessario per il loro sostentamento.”. I servizi sociali del Comune di Vico Equense, hanno individuato circa 150 nuclei familiari in difficoltà. Si tratta di donne sole con figli, anziani, persone che hanno perso il lavoro, disabili fisici e psichici, che più di una volta si sono recati presso i Servizi Sociali. “Il Banco – conclude l’Assessore alle politiche sociali – sarà istituito presso la sede del Centro Benessere di via Madonnelle, gestito direttamente dai Servizi Sociali del Comune, che mensilmente distribuiranno, ai nuclei in precedenza individuati, derrate alimentari. I pacchi saranno differenti, al fine di soddisfare le esigenze di ogni tipologia di utente (bambini, adulti, anziani)”.




Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©