Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Vico Equense. SS. Trinità e Paradiso, una mostra racconta Franco Autiero


Vico Equense. SS. Trinità e Paradiso, una mostra racconta Franco Autiero
13/07/2012, 15:07

Vico Equense – E' in programma, con il Patrocinio del Comune di Vico Equense, dal 21 al 31 luglio 2012, nel Complesso seicentesco della Santissima Trinità e Paradiso, la mostra di Franco Autiero, drammaturgo, scenografo e storico dell’arte scomparso nel 2008. Per la prima volta saranno esposti appunti, schizzi, disegni, plastici, elementi di scena, locandine, fotografie e recensioni. “Per meglio trasmettere la complessità della sua personalità artistica, - spiega Valentina Autiero - il percorso espositivo si distingue in tre settori: lo scenografo, l’autore, lo storico dell’arte. La scansione non segue una lettura di tipo temporale né di grado né d’importanza ma è piuttosto la trasposizione dei diversi percorsi interiori che ne hanno formato la personalità.” Il percorso dedicato alla scenografia, espone i suoi disegni, le sue realizzazioni evidenziandone la metodologia progettuale. Un lavoro basato molto sulla ricerca preliminare: studiava, assimilava, evolveva. Un patchwork di idee, di citazioni, di ispirazioni alla base dalla sua libera interpretazione. Le prime scenografie erano costruite in maniera amatoriale, un “fai da te” che spesso coinvolgeva gli amici più cari e avveniva in spazi casalinghi, dal 1985, invece, con la messa in scena di Ferdinando, la costruzione diventò di tipo professionale in laboratori scenografici. Franco Autiero era ormai un indiscusso scenografo di successo. Il percorso dedicato alla drammaturgia espone locandine, elementi scenografici, foto di scena, riconoscimenti. Il percorso dedicato allo storico dell’arte espone pubblicazioni, schizzi, ricerche, fotografie. Questa sua intrinseca attitudine al sapere, all’approfondire, si concretizzò in alcuni studi specifici nel settore dell’arte che divulgò pubblicandoli in diverse riviste specializzate. Lo spazio espositivo – conclude Valentina Autiero - sarà sviluppato utilizzando cartone riciclato ed elementi di recupero.” Sempre nel chiostro della SS. Trinità e Paradiso, sabato 21 Luglio come apertura alla mostra ci sarà lo spettacolo “Espiantati” interpretato da Alessandra Borgia, che debuttò come protagonista nel 1995 proprio con questo testo scritto apposta per lei da Autiero. L’attrice ripropone in scena questa piéce, per rendere omaggio all’autore, e suo amico e compagno di lavoro per anni. Sul drammaturgo, sostiene Alessandra Borgia, l’attenzione della critica contemporanea si è soffermata troppo poco. “Dopo di lui – sottolinea l’attrice - molti altri si sono avventurati nell’ esercizio linguistico estremo, prendendo a piene mani dai lessici locali e hanno avuto gratificazioni dalla critica di cui lui, Franco, il predecessore, l’antesignano, il modellatore di parole, non ha goduto come avrebbe meritato, perchè troppo in anticipo sui tempi.” Infine, martedì 31 Luglio come chiusura alla mostra ci sarà una lettura di brani tratti da “Matamoro” di Franco Autiero interpretati da Ernesto Lama ed Elisabetta D’Acunzo. “Non si esaurisce qui l’omaggio a Franco Autiero. – conferma il Sindaco Gennaro Cinque – L’Amministrazione comunale ha in cantiere, per il prossimo anno, di progettare nuove forme per raccontare Franco Autiero.” La mostra si potrà visitare dalle ore 19.00 alle ore 22.30. Ingresso libero.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©