Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il progetto prevede l’installazione di 12 nuove telecamere

Videosorveglianza, disco verde del Comune di Mondragone

Il sindaco: “L’obiettivo è accrescere la sicurezza in città”

.

Videosorveglianza, disco verde del Comune di Mondragone
11/03/2013, 10:51

MONDRAGONE - Disco verde della giunta comunale di Mondragone al progetto esecutivo “Occhi puntati sulla città”. A breve sarà pubblicato il bando di gara relativo al potenziamento della rete di videosorveglianza già presente in città. L’intervento prevede una spesa di 250mila euro ed è stato finanziato con i fondi comunitari del piano operativo “Sicurezza per lo sviluppo”. Il progetto prevede l’installazione di dodici nuove telecamere in punti strategici della città per il controllo della sicurezza, rafforzando l’attuale sistema di videosorveglianza che già conta quindici telecamere. Tutte saranno collegate, tramite la rete wi-fi, alla centrale operativa del comando di polizia municipale, mentre un altro punto di controllo è presente presso la caserma dei carabinieri di Mondragone. Le nuove telecamere saranno installate sulla Domiziana agli incroci con via Razzino, via Appia Antica, via Padule, via Como/via T. M. Fusco ed al mercato ortofrutticolo nei pressi dell’ex Idac Food, poi nella zona mare in via Sancello, via Carducci, via Oliveti, nel centro storico ovvero a piazza Nassiriya ed a piazza del Massico a ridosso di via Duca degli Abruzzi, mentre le ultime due andranno a monitorare punti “sensibili” per lo smaltimento non autorizzato di rifiuti come via Fantini, all’incrocio con via degli Oleandri, a ridosso del poliambulatorio della locale azienda sanitaria locale e la località Triglione, nei pressi del cimitero. “Sono - spiega il sindaco Giovanni Schiappa - tutte aree che riteniamo sia urgente sottoporre alla videosorveglianza. L’obiettivo è di accrescere la sicurezza sul territorio, oltre che favorire una più fluida circolazione, assicurando interventi tempestivi della polizia municipale. Questo conferma come la tutela dell’ordine pubblico sia una priorità della nostra agenda di governo”. L’obiettivo, quindi, è dare risposte concrete all’emergenza sicurezza emersa in maniera forte nell’ultimo periodo, come provano le risse in pieno centro, lo spaccio di sigarette di contrabbando nella zona dei palazzi Cirio, il continuo furto di tombini o lo spaccio di droga nella zona mare, tutti fenomeni oggetto di un’attenzione costante da parte delle forze dell’ordine.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©