Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Villa Literno - Condono edilizio, riaperti i termini per pratiche in giacenza


Villa Literno - Condono edilizio, riaperti i termini per pratiche in giacenza
07/11/2011, 12:11

Riaperto il condono edilizio a Villa Literno. La Giunta comunale, nella riunione di venerdì, ha deciso di prorogare il termine per il completamento della documentazione necessaria all’istruttoria delle pratiche di condono edilizio presentate negli anni scorsi e non ancora completate. Il termine è ora fissato al 30 settembre 2012: di conseguenza, a cascata, slittano anche il termine ultimo per la verifica di conformità e per il rilascio dei provvedimenti formali per le domande non interessate da vincoli (nuova scadenza il 30 giugno 2013) e il termine per i controlli a campione (31 dicembre 2013).

Il provvedimento – si legge nella delibera – viene adottato al fine di evitare il depauperamento degli immobili oggetto di condono edilizio, che fino all’emissione del titolo abitativo non risultano “leciti” e sui quali quindi non si può intervenire a norma di legge. La decisione della giunta, invece, consentirà lavori di manutenzione straordinaria anche a chi, pur sprovvisto di licenza, dimostri di aver superato le prime verifiche di conformità e dalle cui pratiche non siano emersi motivi ostativi alla emissione del titolo abitativo edilizio in sanatoria. Secondo le linee guida presenti nella delibera, in parole povere, per tutte le abitazioni che risultino in regola ad una prima verifica, l’ufficio urbanistico potrà consentire l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria attraverso una normale Dia (Denuncia inizio attività) o Scia (Segnalazione certificata inizio attività) e inoltre rilasciare una certificazione che consenta di ottenere autorizzazioni commerciali anche se è in corso una rateizzazione dei pagamenti, a patto però che il pagamento poi venga effettivamente effettuato nei modi e nei tempi previsti dalla rateizzazione. In caso contrario, l’ufficio provvederà immediatamente alla revoca della certificazione. Ovviamente, per ogni ulteriore informazione, ci si può rivolgere (previo appuntamento) presso l’ufficio urbanistico comunale, appena arricchito con nuovi tecnici proprio per evadere con maggiore celerità e attenzione le pratiche dei cittadini.

“Come si può intuire – spiega il Vicesindaco Vincenzo Della Corte, delegato all’Urbanistica – tali provvedimenti, il condono e le linee guida che sono state inserite nella delibera di giunta, hanno l’obiettivo di venire incontro ai cittadini che in questi anni, per i motivi più disparati, non sono riusciti a chiudere le pratiche di condono. In questo modo si avranno molteplici effetti positivi per la collettività: innanzitutto, si sbloccheranno centinaia di procedimenti amministrativi che giacciono da anni negli uffici, poi si darà nuova linfa all’economia cittadina (penso al mercato immobiliare, all’indotto, agli stessi esercizi commerciali che potranno avere le autorizzazioni che aspettano da anni), infine si farà entrare un po’ di denaro nelle casse dell’Ente, che ne ha davvero bisogno. È questo il primo passo di quel famoso Piano di Risanamento di cui abbiamo parlato ai cittadini domenica scorsa e per il quale aspettiamo l’appoggio e la collaborazione di tutti i cittadini, senza distinzioni partitiche”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©