Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Rocambolesco inseguimento, recuperata la refurtiva

Vitulazio, rapinano gioielleria: bloccati dall’Arma

Alla guida dell’autovettura un pregiudicato disabile

.

Vitulazio, rapinano gioielleria: bloccati dall’Arma
23/02/2013, 10:02

VITULAZIO - In cinque rapinano preziosi per circa 50mila euro in una gioielleria di Vitulazio e poi fuggono a bordo di un’auto guidata da un pregiudicato disabile, che vive costretto sulla sedia a rotelle, che dà filo da torcere ai carabinieri. Ma procediamo con ordine. Una rapina con aggressione in una gioielleria si è conclusa con la cattura di cinque persone, quattro uomini e una donna, ed il recupero della refurtiva, 50mila euro in monili. Secondo una prima ricostruzione, la donna, Gabriela Zih, 46enne rumena, è entrata per prima nel negozio con il pretesto di comperare un regalo; dietro di lei, all’improvviso, sono sopraggiunti i tre complici che hanno prelevato dalla cassaforte numerosi gioielli. Al tentativo del titolare del negozio di opporsi alla rapina, uno dei malviventi ha sferrato un colpo con il calcio della pistola sulla testa del gioielliere, ferendolo. Subito dopo si sono dati alla fuga. I cinque sono fuggiti a bordo di una vettura Nissan, alla guida della quale vi era un paraplegico, Giuseppe Albiano, 54enne di Vitulazio. I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Capua, dopo un rocambolesco inseguimento protrattosi per alcuni chilometri, riescono a bloccare l’auto: l’autista, che non può fuggire a piedi, viene subito arrestato mentre i suoi complici vengono fermati alla fine di un secondo inseguimento, questa volta a piedi. In manette Michele Vasta, 52enne, Pietro Tarquini, 41enne e Gaetano Sorano, 25enne. L’autista, Giuseppe Albiano,  rimase paralizzato alcuni anni fa dopo essere stato ferito proprio durante una rapina. Ciò nonostante, ha dimostrato di essere un abile guidatore. Pare, infatti, che sia un grande appassionato di rally.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©