Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Volla, revoca incarico assessorile a Riccardo Festa


Volla, revoca incarico assessorile a Riccardo Festa
04/11/2013, 12:26

VOLLA - In merito a quanto accaduto durante la seduta di Consiglio Comunale di lunedì 28 ottobre scorso, il Sindaco Angelo Guadagno – insieme a tutte le forze politiche espressione della maggioranza consiliare – intende respingere con forza le accuse mosse in aula dall’Assessore all’urbanistica Riccardo Festa. “Le dichiarazioni rese dal componente dell’esecutivo – ha spiegato il Capo del Governo cittadino –  sono da considerarsi totalmente mendaci, prive di qualsivoglia fondamento e soprattutto tendenti ad una intollerabile mistificazione dei fatti e degli avvenimenti”.
A giugno2012, aseguito della vittoria elettorale conseguita con oltre il 60% dei suffragi, la Fascia tricolore vollese scelse di far entrare l’architetto Festa nella sua squadra di governo affidandogli, tra le altre, la delega all’Urbanistica: una delega tanto importante quanto delicata e determinante l’assunzione del grande onere di operare affinché si giungesse in tempi celeri alla realizzazione di un nuovo Piano Urbanistico Comunale per la città di Volla. L’approvazione di uno strumento urbanistico ex novo è infatti risultato uno dei punti caratterizzanti il programma elettorale della coalizione di centrosinistra che ha sostenuto il primo cittadino in carica. Un vero e proprio impegno solenne preso non solo con il proprio elettorato ma con tutta la cittadinanza, che l'attuale Governo ha da sempre, già negli anni di ferma opposizione all'amministrazione di centrodestra, ritenuta meritevole di uno strumento di pianificazione, che da un lato garantisse uno sviluppo ordinato ed armonico della città e dall’altro permettesse una nuova edificazione a vantaggio soprattutto di quei tanti piccoli proprietari che da anni attendono di poter realizzare un’abitazione per se ed i propri figli nel rispetto della legge. L’Architetto Festa ha avuto a disposizione – godendo sempre dell’incondizionata fiducia del primo cittadino (nonostante la mancata rappresentanza in Consiglio Comunale di 'Sinistra Ecologia e Libertà, partito di riferimento dell'Assessore) – quattordici mesi di tempo per tramutare l’indirizzo politico delle forze di maggioranza e del primo cittadino, in una proposta di Piano che garantisse a tutti i nuovi interventi edificatori di partire contestualmente, che consentisse una quanto più equa distribuzione degli indici di edificazione, che favorisse il più possibile gli interventi diretti anziché la pianificazione attuativa (i cosiddetti P.U.A.), che permettesse la coincidenza tra il Piano strutturale ed il Piano programmatico-operativo, che garantisse la realizzazione di nuove opere pubbliche su tutto il territorio e non solo in alcune sue parti. Dopo oltre un anno di Amministrazione non si può non prendere atto che l’idea di Piano urbanistico alla cui realizzazione concreta risulta essersi prodigato l’architetto Festa risulta mal conciliante ed incompatibile con l’indirizzo politico dettato in modo inequivocabile dal Sindaco e dalle forze di maggioranza (Partito Democratico e Lista civica “Verso il futuro”).
Per tale motivo, il primo cittadino Angelo Guadagno, in data 4/11/2013, ha sottoscritto il decreto sindacale con il quale ha revocato all’Architetto Riccardo Festa l’incarico di Assessore che gli aveva conferito in precedenza. Contestualmente, Guadagno ha deciso di curare personalmente gli affari inerenti i settori Urbanistica, Lavori pubblici ed Edilizia scolastica che fino a questo momento aveva delegato all’ex assessore Festa.  “Una decisione – ha commentato il sindaco – presa nella consapevolezza che per rendere ancora più celere l’iter finalizzato all’adozione del nuovo Piano urbanistico la relativa azione politico-amministrativa dovrà essere seguita in prima persona proprio dal sottoscritto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©