Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Vomero: chiuso l’ufficio postale di piazza degli Artisti per lavori


Vomero: chiuso l’ufficio postale di piazza degli Artisti per lavori
08/10/2013, 16:54

NAPOLI - “E’ arrivata come una doccia fredda per le migliaia di utenti che ogni giorno, per disbrigare i vari servizi erogati da un ufficio postale importante come quello in piazza degli Artisti, nel cuore dell’area collinare del capoluogo partenopeo, la notizia della chiusura per lavori che si prolungherà peraltro per l’intero mese di ottobre – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che già in passato, in analoghe occasioni, si era occupato della chiusura dell’importante struttura -. Basti considerare che in questo ufficio, l’unico nell’area vomerese aperto anche nel pomeriggio, fino alle 19,05, ci si reca per servizi, che vanno dall’inoltro delle raccomandate al ritiro delle inesitate, dal pagamento dei bollettini postali al ritiro dei ratei di pensione, per citare solo alcune delle prestazioni erogate agli sportelli “.
“Adesso per tutto il mese di ottobre – puntualizza Capodanno - l’utenza per disbrigare tutte queste incombenze dovrà rivolgersi, in base ad un avviso affisso sulle porte chiuse, all’ufficio postale Napoli 53, che resta in via Domenico Fontana. Dunque non proprio dietro l’angolo, con disagi immaginabili specialmente per le persone anziane “.
“Ci domandiamo – afferma Capodanno – perché non si sia pensato a far effettuare i lavori necessari in questa importanza struttura, a servizio di un’area con circa 100mila abitanti tra i quartieri Vomero ed Arenella, durante il periodo estivo e, segnatamente, ad agosto quando per buona parte del mese l’ufficio postale di piazza degli Artisti è stato aperto solo di mattina. Fare i lavori nel mese di ottobre, quando tutti sono tornati dalla vacanze ed imperversano le prime piogge, non è stata certo una scelta presa nella direzione di favorire i cittadini“.
“Inoltre – continua Capodanno – se proprio questi lavori non potevano essere anticipati o procrastinati ad un periodo con minore affluenza, si poteva mettere in campo la stessa soluzione che venne adottata nel novembre del 2002, in occasione dei lavori di ristrutturazione dello stesso ufficio postale che, prima di tali opere, occupava sia il piano terra che il primo piano. In quella occasione per venire incontro alle esigenze della numerosa utenza fu installato, nella vicina via Angelica Kauffmann, un container che per tutta la durata dei lavori fu adibito ad ufficio postale provvisorio, alleviando non poco i disagi “.
“Peraltro – conclude Capodanno – con una soluzione siffatta si potevano utilmente e proficuamente impiegare gli stessi dipendenti dell’ufficio di piazza degli Artisti, fino al completamento dei lavori in atto“.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©