Roma / Cronaca

Commenta Stampa

Assolto Marco Visconti, assessore di Alemanno

Parentopoli Atac, 4 condanne e un'assoluzione


Parentopoli Atac, 4 condanne e un'assoluzione
15/12/2016, 16:39

Roma - Quattro condanne, una prescrizione ed una assoluzione. Questo il bilancio giudiziario del primo grado del processo “Parentopoli in ATAC” sulle assunzioni tra il 2008 e il 2010 di parenti e amici di quello che era all’epoca il board dirigenzialedell’azienda municipalizzata dei trasporti della Capitale.I giudici dell'ottava sezione penale del tribunale di Roma hanno inflitto 3 anni e 7 mesi di reclusione all'ex amministratore delegato Adalberto Bertucci, 2 anni e 3 mesi al suo successore Antonio Marzia, 3 anni e un mese all’ex dirigente dei Servizi informatici Luca Masciola,e un anno e 8 mesi al manager Vincenzo Tosques.L’ex Assessore della Giunta di Alemanno Marco Visconti è stato invece assolto per non aver commesso il fatto. L’inchiesta esplose con grande clamore mediatico dovuto più che alle presunte, al tempo, irregolarità nella procedura di assunzione,alla tipologia umana degli assunti che svariavano da una cubista di discoteca ad un assistente bagnino, da un ex estremista di destra a vari famigliari de condannati odierni. Per  i quattro condannati si aggiunge anche l'interdizione dai pubblici uffici per la tutta la durata della pena oltre al risarcimento, da valutare in sede civile, alle tante parti civili costituite, a partire da  Roma Capitale e la stessa Atac.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©