Roma / Politica

Commenta Stampa

Denuncia della trasmissione "Le Iene"

Roma: l'elezione della Raggi dovuta anche a firme false?


Roma: l'elezione della Raggi dovuta anche a firme false?
27/03/2017, 10:43

ROMA - La trasmissione Le Iene ha sviluppato una denuncia di Alessandro Onorato, consigliere comunale romano per la lista Marchini, che potrebbe causare grosse grane alla sindaca Virginia Raggi. 

Tutto nasce dal documento che contiene le firme presentate dal Movimento 5 Stelle a sostegno della Raggi. Nell'intestazione c'è scritto che quel documento è stato fatto il 20 aprile 2016 e che contiene 1352 firme raccolte attraverso 90 "atto separati" (cioè 90 diversi moduli sottoscritti anche in luoghi diversi). Tutto normale, se non fosse che il "firma day" venne organizzato dal Movimento 5 Stelle il 23 aprile. Quindi come facevano a sapere il 20 aprile di quanti moduli avrebbero avuto bisogno dopo tre giorni? Inoltre c'è il problema che 10 autenticatori (cioè coloro che devono autenticare le firme) avrebbero autenticato firme raccolte in diverse parti della città contemporaneamente. 

Il giornalista delle Iene, Filippo Roma, è andato a chiedere spiegazioni ai legali di M5S, Alessandro Canali e Paolo Morricone. E costoro hanno detto che è prassi normale che quel genere di atti siano fatti in più riprese, lasciando quindi spazi bianchi. Tesi contestata sia dagli avversari della Raggi, cioè Alfio Marchetti e Roberto Giachetti, che dagli esperti di diritto. La Raggi, raggiunta sulle nevi durante la sua settimana di vacanza, ha preferito non rispondere e limitarsi a mostrarsi stizzita verso il giornalista. Ma il problema resta: se quel documento è stato concluso dopo il 20 aprile, è legalmente valido? C'è da dubitarne... E se non è valido, non lo è neanche la candidatura della Raggi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©