Salute e benessere / Ricerca

Commenta Stampa

Approccio Lean per il miglioramento delle organizzazioni sanitarie


Approccio Lean per il miglioramento delle organizzazioni sanitarie
24/01/2013, 12:27

“Approccio Lean per il miglioramento delle organizzazioni sanitarie”, esperti a confronto per coniugare efficienza e risparmi. Abbott, sponsor dell'evento, collabora fattivamente  nell'affrontare il contenimento dei costi imposto dalla spending review.

 “Fare di più con meno”, è questo il principio dell’approccio Lean che dà il titolo al convegno che si è svolto a Napoli con un confronto tra esperti del settore, rappresentanti istituzionali, medici e ingegneri su un tema chiave per il sistema salute in Campania che mira a migliorare la qualità dell’assistenza ai cittadini.

“L'adozione di principi Lean, nelle cure sanitarie continua a guadagnare terreno visti i miglioramenti significativi per i loro processi interni con conseguente riduzione dei tempi di attesa, maggiore soddisfazione del paziente e il miglioramento morale dei dipendenti”, ha spiegato Tina Santillo, ordinario presso la facoltà di Ingegneria nella sua relazione di apertura del convegno che ha visto, tra gli altri, l’intervento del consigliere per la Sanità del presidente della Regione Campania senatore Raffaele Calabrò e dell’europarlamentare Crescenzio Rivellini per le istituzioni, della scienziata Annamaria Colao, di Antonio Cavaleri Laboratory solution manager Abbott diagnostics e ancora dei professori Maria Triassi e Gianni Improta, del preside di Ingegneria Piero Salatino e del sub commissario alla Sanità Mario Morlacco, dei presidenti degli Ordini degli Ingegneri e dei Medici Luigi Vinci e Bruno Zuccarelli, di Bruno Amato di Federsanità e Massimo Petrone di Confcommercio e di numerosi direttori di aziende ospedaliere.

“Non è una sorpresa quindi che di fronte alla sempre crescente richiesta di domanda di salute e di una contestuale contrazione delle risorse disponibili per la spesa sanitaria, la ricerca verso nuovi strumenti di governance risulta fondamentale”, ha proseguito la professoressa Santillo. 

La Lean può essere infatti adottata come mezzo atto al miglioramento dell'efficienza ed alla riduzione dei costi. "Abbott, oltre ad offrire avanzate tecnologie, propone da circa 3 anni consulenza ad hoc all'interno delle strutture sanitarie nazionali, (Laboratori Analisi) per ridurre al minimo gli sprechi organizzativi e gestionali e offrendo sempre maggiore efficienza e contenimento dei costi".

Una proposta di grande innovazione che consente di assicurare centralità al paziente con le necessità che derivano da una spending review sempre più stringente.

Da qualche anno il Lean Thinking, anche se nato nelle organizzazioni industriali, è adottato con successo per l’analisi e l’innovazione nel settore dei servizi, ed in particolare nei sistemi sanitari evoluti.

Il convegno si è proposto di approfondire le conoscenze al riguardo. Utilizzando le esperienze avviate in altre Aziende Sanitarie vengono sviluppati ulteriori elementi di conoscenza in merito a: principi ispiratori, metodi, potenziale di innovazione e trasferibilità alla sanità, significato dell’intensità di cura e della centralità dei pazienti in una nuova prospettiva organizzativa e le sfide professionali, organizzative e strutturali da affrontare. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©