Salute e benessere / Ospedali

Commenta Stampa

Clinica Villa Mafalda opinioni sull'evoluzione dell'oculistica


Clinica Villa Mafalda opinioni sull'evoluzione dell'oculistica
04/08/2017, 20:55

Nel nostro paese i dati legati all’ipovisione non sono dei più rosei, il numero totale dei pazienti affetti da questa patologia nel territorio italiano si aggira intorno al milione e mezzo, e nella sola regione Campania sono oltre 11mila, un poco piacevole primato che vede la Regione al terzo posto in Italia solo dopo Sicilia e Lombardia.

L’ipovisione rappresenta quindi quindi un’emergenza sociale, data dal fatta che l’individuo affetto non è in grado di svolgere in autonomia tutte le pratiche di vita quotidiana. Tutto questo può essere mitigato grazie alle nuove tecnologie, la stessa Clinica Villa Mafalda, casa di cura romana, ha un reparto di oculistica in cui l’evoluzione tecnologica è alla base delle diverse terapie, dalla semplice visita all’intervento chirurgico (per info visita il sito AktiVision di Villa Mafalda).

Opinioni Villa Mafalda sulle nuove tecniche oculistiche

Le recensioni degli esperti vedono essenziale l’utilizzo di questi nuovi sistemi diagnostici, in grado di analizzare nel dettaglio l’anatomia dell’occhio umano in ogni parte, caratteristica fondamentale per prevenire ogni patologia. Questo permette al paziente di effettuare un’adeguata prevenzione e pianificare con cura un eventuale intervento chirurgico, capace di sfruttare a pieno tutte le innovazioni legate al mondo dell’oculistica.

In Campania sono diverse le unità operative che effettuano interventi di altissimo livello, sulla stessa linea dei migliori centri Europei e mondiali. Rilevante è l’utilizzo della tecnologia femto-laser assistita, utilizzata per effettuare operazioni delicate come il trapianto di cornea, che non avvengono più con un taglio dei tessuti in maniera chirurgica, ma sfruttano il potenziale dell’incisione laser.

In riferimento alle opinioni dello staff medico di Villa Mafalda Roma, questo importante sistema laser di precisione, progettato e realizzato in America nella Silicon Valley, nel cuore dell’innovazione tecnologica, offre ai pazienti un trattamento preciso e personalizzato con trattamenti poco invasivi, non solo per gli interventi sulla cornea, ma anche per le operazioni legate alla cataratta.

Tecnologia oculistica laser e 3D: l'opinione della Clinica Villa Mafalda

Operazioni delicate che, con l’evoluzione dell’oculistica e delle tecnologie, diventano più semplici e precise grazie ad una perfetta mappatura dell’occhio in 3D. Incisioni laser realizzate con un’elevata precisione micrometrica che offre tempi di recupero molto più ridotti, grazie alla possibilità di frammentare la cataratta per ridare morbidezza, diminuendo ulteriormente lo stress dell’intero impianto oculare.

Osservando con attenzione quelli che sono i commenti e le recensioni dei pazienti affetti da disturbi oculari, si scopre che nella regione Campania circa l’85% dei soggetti dotati di un’acutezza visiva inferiore ai 6/18 lamenta difficoltà di visione, e non è in grado di leggere dei caratteri di stampa standard in maniera efficiente e soprattutto efficace, problemi che insorgono soprattutto in quella fascia di persone che supera l’età dei 60 anni.

Non solo patologie gravi, ma grazie all’evoluzione dell’oculistica, secondo l’opinione dei medici della Clinica Villa Mafalda di Roma è possibile adattare le procedure chirurgiche anche per il trattamento senza dolore di diversi difetti visivi, come la miopia, l’ipermetropia o l’astigmatismo, modificando la curvatura della superficie corneale o realizzando una sezione orizzontale della superficie.

Ad esempio con il centro AktiVision della Clinica Villa Mafalda sono migliorate notevolmente sia la qualità della vita dei pazienti che range e numero di operazioni. Secondo le recensioni e le opinioni degli esperti un intervento come quello alla cataratta richiede oggi meno di 30 minuti, e nel periodo posteriore all’operazione è possibile svolgere, con tranquillità grossa parte delle attività, salvo quelle che richiedono maggior fatica, con costanti miglioramenti nei giorni successivi.

Il controllo periodico rimane l’unica vera arma contro i danni visivi permanenti, l’evoluzione dell’oculistica è stata importante negli ultimi anni, le stesse strutture campane hanno investito in questo campo, ed è bene sfruttare al meglio tutte le potenzialità che l’innovazione tecnologica mette a disposizione dei pazienti. Poter curare al meglio le patologie dell’occhio è una tappa importante per la medicina moderna, un traguardo di rilievo che con la ricerca e la tecnologia potrà essere raggiunto più facilmente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©