Salute e benessere / Ricerca

Commenta Stampa

Novo Nordisk aprirà uno stabilimento in California


Novo Nordisk aprirà uno stabilimento in California
17/10/2018, 13:59

Novo Nordisk aprirà nel 2019 un sito produttivo per lo sviluppo e la produzione di terapie a base di cellule staminali a Fremont in California. Lo stabilimento sarà destinato a fornire cure basate sulle cellule staminali per i programmi di sperimentazione clinica di Novo Nordisk negli ambiti del diabete tipo 1 e di altre gravi malattie croniche.

“Miriamo a sviluppare terapie a base di cellule staminali per la cura di svariate malattie croniche gravi per le quali non ci sono cure o sono inadeguate”, ha detto Jacob Sten Petersen, corporate vice president a capo dell’area Stem Cell Research & Development di Novo Nordisk. “La disponibilità su larga scala di queste terapie è una componente vitale dei nostri sforzi e la messa in opera di questa struttura dimostra il nostro forte impegno in questo campo”.

Per l’occasione, Novo Nordisk ha siglato un accordo con Asterias Biotherapeutics per l’affitto di un loro sito pre-esistente e per la licenza biennale non esclusiva sulla proprietà intellettuale relativa alla tecnologia di produzione di cellule staminali. L’accordo prevede, inoltre, la reciprocità della concessione, fino alla fine del 2021, di laboratori, impianti produttivi e uffici ad Asterias per consentire il proseguimento dei propri programmi clinici e facilitare la collaborazione in corso con Novo Nordisk.

L’attivazione del nuovo stabilimento produttivo avviene in seguito alla collaborazione tra Novo Nordisk e l’Università della California di San Francisco (UCSF) annunciata a maggio in base alla quale l’azienda danese ha concesso in licenza a UCSF una tecnologia per consentire la generazione di linee cellulari staminali embrionali umane (hESC), secondo gli standard di Good Manufacturing Practice (GMP), così come il diritto di sviluppare ulteriormente queste linee cellulari per future terapie di medicina rigenerativa. La collaborazione instauratasi tra i ricercatori di Novo Nordisk e di UCSF, sta mettendo le basi per ottenere le linee cellulari che dovrebbero definire un nuovo standard di qualità nella produzione di terapie con cellule staminali.

Recentemente, Novo Nordisk ha costituito la Stem Cell Transformational Research Unit con sede a Måløv, in Danimarca, a cui afferiscono la ricerca e lo sviluppo dell’azienda in questo campo e che si occupa di svariati progetti di partnership per ottenere trattamenti a base di cellule staminali per il diabete, il morbo di Parkinson, l'insufficienza cardiaca cronica e la degenerazione maculare legata all'età (AMD o DMLE). Il nuovo impianto di produzione sosterrà direttamente questi progetti, consentendo in futuro il passaggio dalla fase di pura ricerca allo sviluppo clinico.

Le cellule staminali

Le terapie con le cellule staminali stanno emergendo come opzioni terapeutiche per un gran numero di malattie croniche gravi. Queste terapie hanno il potenziale di fornire nuovi trattamenti per le malattie per cui non esistono ancora cure adeguate.

Le cellule staminali pluripotenti hanno una capacità illimitata di autorinnovamento e la possibilità di differenziarsi in qualsiasi tipo di cellula specializzata nel corpo. La piattaforma tecnologica delle cellule staminali di Novo Nordisk è basata su cellule staminali embrionali umane (hESC) che possono essere utilizzate per sviluppare una vasta gamma di indicazioni terapeutiche.
Novo Nordisk è una multinazionale farmaceutica che da oltre novant’anni è leader nella cura del diabete. Questo patrimonio le ha fornito le capacità e le competenze per aiutare le persone a sconfiggere l’obesità, l’emofilia, i disturbi della crescita e altre malattie croniche:

Novo Nordisk ha sede in  Danimarca ed ha circa 43.100 dipendenti in 79 paesi e commercializza i suoi prodotti in più di 170 nazioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©