Salute e benessere / Medicina

Commenta Stampa

Tumori al seno al via anche a Napoli la Campagna Nastro Rosa 2013 della Lilt


Tumori al seno al via anche a Napoli la Campagna Nastro Rosa 2013 della Lilt
26/09/2013, 11:20

NAPOLI - Visite senologiche gratuite presso gli ambulatori della Lilt Napoli nei mesi di ottobre, novembre e dicembre. Controlli clinici di prevenzione, dunque, ma anche incontri informativi sulle patologie oncologiche della mammella.
Parte, dunque, anche nel capoluogo campano e nella sua provincia la Campagna Nazionale di prevenzione del tumore al seno “Nastro Rosa” 2013 curata dalla sezione napoletana della Lilt guidata dal professor Adolfo Gallipoli D’Errico.
Ideata 20 anni fa negli Stati Uniti da Evelyn Lauder e promossa in oltre 70 Nazioni, l’iniziativa si pone l’obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne, soprattutto giovani e giovanissime, sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, sui corretti stili di vita e sui controlli diagnostici da effettuare.
A Napoli e provincia sono sei gli ambulatori Lilt presso i quali sarà possibile effettuare i controlli prenotandoli telefonicamente presso il Poliambulatorio Lilt, via S. Teresa degli Scalzi, 80, allo 081 5495188  o presso il numero verde SOS LILT 800-998877.
Nutrito il calendario delle iniziative che saranno realizzate nell’ambito dell’evento e che saranno rese note nel corso di una conferenza stampa che sarà convocata nei prossimi giorni. Tra queste, serate di beneficenza, l’allestimento di un gazebo info-corner che sarà allestito all’interno dell’Istituto Pascale di Napoli, incontri con gli studenti delle scuole superiori di Napoli e Provincia, e la tradizionale illuminazione in rosa (colore simbolo della lotta contro il tumore al seno) di un edificio o luogo simbolo della città.
“L’incidenza del tumore al seno, patologia tra le più frequenti e aggressive per il genere femminile – ha spiegato il presidente della Liltdi Napoli, Adolfo Gallipoli D’Errico - è in costante aumento (del 14% circa) con non meno di 40mila nuovi casi l’anno in Italia che in circa il 30% dei casi riguardano donne di età compresa tra i 25 e i 44 anni”.
“Va da sé l’importanza cruciale della prevenzione e, soprattutto, della diagnosi precoce che oggi, grazie a tecnologie diagnostiche di imaging sempre più precise e sofisticate, consentono di individuare eventuali lesioni oncologiche anche millimetriche e, dunque, al loro insorgere, consentendo così interventi tempestivi, anche assolutamente conservativi dell’integrità del seno, e percentuali di guarigione  superiori al 90%”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©