Salute e benessere / Medicina

Commenta Stampa

Nuove restrizioni e dubbi sui benefici per la salute

Vietate le sigarette elettroniche agli under 18


Vietate le sigarette elettroniche agli under 18
04/04/2013, 10:08

Tempi di crisi per tutti quelli che credevano di aver intrapreso il business per eccellenza nell'ultimo periodo. Le sigarette elettroniche sono sotto accusa. Prima ci ha pensato la PFizer, nota casa farmaceutica che ne ha discusso la pericolosità, poi la cronaca con i casi di scoppio delle bionde elettroniche, passando per una proposta di Guariniello nel bandirle dai luoghi pubblici fino ad arrivare alla circolare di Balduzzi che ne ha vietato la vendita ai minori di 18 anni. Una restrizione simile a quella delle bionde vere dovuta dalla presenza di nicotina uguale ma meno cancerogena rispetto alle reali sigarette al tabacco pur senza catrame. Il blocco della vendita è stato fissato fino al 31 ottobre 2013 per poter permette ai luminari del Sistema Sanitario Nazionale di poter effettuare test convincenti che sciolgano i dubbi sui danni che ne possono derivare dalle E-Cig.

Le sanzioni

le sanzioni previste da Balduzzi sono simili o quasi alla vendita delle bionde, infatti, le multe inflittte ai trasgressori comporteranno multe slatissime per i venditori che andranno tra le 250 e i 1000 euro a seconda del caso specifico, mentre, la ecidività verrà punita con multa pari al doppio della prima e potrà comportare la sospensione dell'attività per tre mesi o la chiusura nei casi più estremi.

In attesa di nuove ricerche

Sentita puzza di bruciato, l' Associazione Nazionale Fumo Elettronico ha disposto nuove ricerche atte a dimostrare i benefici sia a livello salutare che economico delle sgarette elettroniche. E mentre i complottisti parlano di "decreto a tutela delle compagnie del tabacco e dei farmaci tumorali", c'è chi esprime soddisfazione per una disciplina maggiore di quella che "potrebbe sembrare una nuova trappola della salute umana"

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©