Sport / Motorsport

Commenta Stampa

24 Ore di Le Mans: Audi punta sull'efficienza


24 Ore di Le Mans: Audi punta sull'efficienza
23/03/2010, 14:03

“Dal nostro punto di vista, la Classe LMP1 è la miglior alternativa alla Formula 1, poiché comporta l’impiego e lo sviluppo di tecnologie che trovano importanti sbocchi nella produzione” spiega Wolfgang Ullrich, Responsabile della Audi Motorsport. “Per essere competitivi a Le Mans, l’efficienza - che è un nostro punto di forza - è un fattore decisivo e, oggi più di prima, lo è anche tra le auto di serie”.

Lo sviluppo dell’evoluzione della R15 TDI è ruotato intorno all’efficienza, soprattutto sul complesso fronte dell’aerodinamica. Il regolamento della Le Mans per le vetture Turbodiesel, infatti, prescrive quest’anno flange ai condotti di aspirazione per limitare l’afflusso d’aria, oltre a una minor pressione di sovralimentazione. Per ovviare alla conseguente riduzione della potenza massima, gli ingegneri sono stati costretti a cercare un’efficienza aerodinamica ancora superiore, migliorando il coefficiente di penetrazione e aumentando i valori di carico.

Un ulteriore cambiamento ai regolamenti, annunciato solo a novembre, ha costretto a modificare la parte anteriore della R15 TDI. Ora, la nuova vettura, conosciuta internamente come “R15 plus”, sfoggia un frontale molto particolare, con il musetto separato in due sezioni.

L’intera forma della R15 TDI, così come il sistema di raffreddamento e il serbatoio del carburante, sono stati rivisti alla ricerca della massima efficienza. Il V10 TDI, poi, è stato tarato sui nuovi parametri motoristici con l’obiettivo di ridurre al minimo le perdite di potenza nonostante le limitazioni imposte. Grazie al lavoro svolto anche sui particolari, il 5.5 litri ha mantenuto una potenza massima di oltre 440 kW.

Dopo la 24 Ore di Le Mans del 2009, sono stati definiti circa 20 punti chiave su cui intervenire, tra i quali, oltre a efficienza e affidabilità, il miglioramento dell’illuminazione notturna, con lo sviluppo di nuovi gruppi ottici.

L’evoluzione della R15 TDI è terminata in pista a Neustadt (Germania) il 3 marzo. La vettura è poi stata portata negli USA, dove ha completato un intenso programma di test. Prima dell’appuntamento di Le Mans (12-13 giugno), l’Audi Sport Team Joest sfrutterà come banco di prova la 8 Ore di Le Castellet (Francia, 11 aprile) e la 1000 km di Spa-Francorchamps (Belgio, 9 maggio).

Al progetto sportivo della Audi si è aggiunto un nuovo e prestigioso partner: il rinomato Marchio orologiero TAG Heuer, celebre anche per essere stato al polso dell’indimenticato Steve McQueen nel film “Le Mans”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©