Sport / Calcio

Commenta Stampa

3 giocatori del Palermo indagati per partite truccate


3 giocatori del Palermo indagati per partite truccate
24/03/2009, 13:03

Franco Brienza, Salvatore Aronica e Vincenzo Montalbano, quando giocavano nell'Ascoli calcio nel campionato 2002-2003, avrebbero collaborato ad organizzare una combine. E' quanto ipotizza la Procura di Palermo, che ha iscritto i tre giocatori nel registro degli indagati, per il reato di frode sportiva. L'indagine nasce dalle dichiarazioni di Marcello Trapani, ex avvocato della famiglia mafiosa dei Lo Piccolo, che adesso sta collaborando con la magistratura. Secondo quanto è emerso, i tre giocatori avrebbero intascato 200 mila euro per aggiustare la partita tra Ascoli e Palermo. Tuttavia alla fine nessuno dei tre giocò, quindi il loro impatto fu nullo, sulla partita, che finì 2-1 per il Palermo con gol di Di Napoli al 90'.
In ogni caso, l'indagine non avrà ripercussioni sulla carriera dei giocatori, in quanto la giustizia sportiva in quanto sono già trascorsi i termini di prescrizione: 2 anni per i club e 4 per i singoli tesserati. E anche per il reato penale, non siamo molto lontani dalla prescrizione. Tuttavia, era un atto dovuto, per poter indagare e verificare i fatti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©