Sport / Motorsport

Commenta Stampa

A Genk in belgio la squadra ufficiale crg per il campionato europeo kz&kz2


A Genk in belgio la squadra ufficiale crg per il campionato europeo kz&kz2
28/06/2013, 15:06

CRG LEADER IN KZ CON VERSTAPPEN. In questa trasferta l’obiettivo della CRG è la conquista del titolo nella massima categoria, la KZ, dove si presenta con il massimo punteggio con il suo “enfant prodige” Max Verstappen (CRG-Tm), 15 anni, figlio del pilota F1 Jos Verstappen, al suo quarto anno con CRG in vetta alle classifiche internazionali e con un palmares personale già invidiabile. Ultimo successo del giovane campione olandese con CRG è il titolo ottenuto nella WSK Euro Series, proprio in KZ1 sul Circuito di Genk lo scorso 2 giugno.Ma a Genk la squadra ufficiale CRG si presenta con altri grandi campioni, pronti a cogliere l’opportunità di salire sul podio. Primo fra tutti Jonathan Thonon (CRG-Maxter), campione del mondo per 4 volte, di cui l’ultimo alloro iridato conquistato nel 2011 a Genk in una memorabile finale mozzafiato nel duello fino all’ultimo giro con De Brabander.

 

Grande attesa è anche per Jordon Lennox-Lamb (CRG-Parilla), campione del mondo KZ2 in carica, desideroso di farsi valereanche nella massima categoria, così come per Fabian Federer (CRG-Modena), campione europeo KZ2 nel 2011, oltre all’altro velocissimo pilota di CRG-Holland, Jorrit Pex, campione europeo uscente in KZ1.Chi fra i piloti CRG ha dimostrato di possedere grandi chances è anche Davide Forè, al via a Genk su CRG-Tm del team DTK, reduce proprio sul circuito belga della spettacolare vittoria nell’ultima finale della WSK Euro Series dello scorso 2 giugno ottenuta davanti a Thonon e Verstappen in una clamorosa tripletta targata CRG.

IN KZ2 ATTESO IL RISCATTO DA TIENE E PALOU. A Genk si corre anche per il titolo in KZ2. Qui a difendere i colori CRG saranno l’italiano Felice Tiene e il giovane spagnolo Alex Palou. Nella prima prova dell’Europeo a Wackersdorf ambedue i piloti, praticamente all’esordio nella categoria con il cambio, non hanno raccolto quanto invece avrebbero meritato. Soprattutto Felice Tiene ha da recriminare per un tamponamento subito in finale quando stava occupando il quarto posto ed era pronto a inserirsi nelle posizioni da podio, dopo aver conquistato il secondo posto in Prefinale con giro più veloce.Insomma da Tiene, e anche da Palou, è atteso un bel riscatto per un risultato di prestigio, anche se lo “strano” regolamento di quest’anno, che assegna punti solamente ai primi 15 della Finale senza tenere in considerazione il risultato della Prefinale o di Finale-1 come negli anni passati, lascia poche chances a poter ambire al titolo a chi non ha marcato punti nella Finale della prima prova.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©