Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA MAZZARRI

"A Napoli c'è chi si diverte a destabilizzarci"


'A Napoli c'è chi si diverte a destabilizzarci'
20/12/2011, 13:12

Walter Mazzarri, allenatore del Napoli, ha parlato a lungo con la stampa nel corso della consueta conferenza che precede le sfide di campionato.
Ecco quanto evidenziato da PensieroAzzurro.com:
“L’assenza di Lavezzi? Oggi c’è l’allenamento, dovrò valutare un po’ di cose… ma è ovvio che è un’assenza molto importante per noi. Voglio pensare bene a come rimediare, anche perché Pandev ha qualche problemino ad un piede ed è un peccato perché stava trovando la migliore condizione”.
“Giocare subito è importante? Si, ci brucia aver perso con la Roma, ci tenevamo a vincere quella gara, ma i ragazzi hanno dato tutto, siamo stati poco fortunati. Ecco perché non vedo l’ora di rifarmi”…
“Napoli-Genoa sarà una gara difficile, ma dobbiamo superare questo momento in cui dobbiamo tutti stringere i denti. Anche l’infortunio del Pocho, che non si fa male quasi mai, è sintomatico del momento poco fortunato che stiamo attraversando. Dovremo stare attenti in entrambe le fasi, senza scoprirci troppo per evitare di lasciare spazi al contropiede dei liguri. Sperando che, stavolta, la palla entri in porta”….
“Gli errori commessi in fase difensiva? Ci stiamo lavorando, presto i conti torneranno”.
“Cosa è accaduto nella notte di Vila-Real? Non c’è nulla da raccontare, mi vien da ridere, ma secondo voi, per quale motivo queste voci sulle mie possibili dimissioni, che io ritengo assurde e non vere, sono venute fuori non la sera della qualificazione in Champions, ma dopo la sconfitta con la Roma? A molte persone, in questa piazza, cercano di destabilizzarci dopo ogni sconfitta. A volte, anche prima della partita, come prima del Villarreal quando si è scritto che io potessi trasferirmi al club spagnolo”.
“Napoli in crisi? Anche se si è perso 3-1 con la Roma, non è stata una disfatta: abbiamo creato almeno 10 palle-gol! A volte le spiegazioni non ci sono, c’è il fato e c’è l’abilità degli altri. A livello globale quella di domenica è stata una buona prova sia dal punto di vista difensivo che offensivo, se poi la Roma fa tre tiri e mezzo e vince… L’ha detto anche il loro allenatore che la sfida poteva finire in qualsiasi modo”.
“Turn-over col Genoa? Non ce n’è bisogno, lo applico alla quarta gara consecutiva in pochi giorni, ma non è questo il caso. Se potrò, schiererò gli stessi che hanno perso domenica, sostituendo ovviamente l’infortunato Lavezzi”.
“Perché subiamo tanti gol? L’ho detto anche ai ragazzi, nelle partite di Champions, dove non siamo mai partiti come favoriti, abbiamo sempre offerto il massimo che potevamo sotto il profilo dell’attenzione e dell’umiltà, con grande piglio e determinazione abbiamo badato alla fase difensiva. Altre volte, invece, in cui siamo inconsciamente partiti come favoriti, siamo stati piu’ leggeri… E’ un aspetto di cui effettivamente mi sono accorto e su questo lavoreremo duro. Secondo me, non è un problema tattico, né di modulo o di movimenti ma di attenzione dei singoli, nei singoli momenti della gara”.
“Abbiamo perso 5-6 punti per gli errori arbitrali? Non mi va di parlarne, ma è evidente che, anche da questo punto di vista, è un periodo sfortunato. Gli episodi decidono le gare e tante volte, come a Novara, ci è andata male. Spero che, prima o poi, gli errori a nostro sfavore possano essere ricompensati da errori a nostro favore”.
“Cavani avulso dal gioco? Non vedo un problema Cavani… E’ sempre quello che s’impegna di piu’, anche in allenamento, ha giocato tanto e non sempre ha la lucidità per partecipare alla manovra… Ma Edinosn è il nostro finalizzatore e poi spende tanto anche nella fase di copertura”…

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©