Sport / Kart

Commenta Stampa

A Sarno la quarta prova del Campionato del Mondo CIK-FIA


A Sarno la quarta prova del Campionato del Mondo CIK-FIA
30/09/2011, 09:09

Sarno (Salerno). La quarta prova del Campionato del Mondo CIK-FIA che si è disputata a Sarno, insieme alle due Coppe del Mondo KF2 e KF3, in casa CRG sarà ricordata per i bei risultati conquistati in pista e per la competitività dimostrata in ogni frangente dai telai della casa italiana, dai giri più veloci fatti registrare in prova e in gara, dalle ripetute vittorie nelle manches di qualificazione di Verstappen in KF3 e dalle straordinarie prestazioni dei suoi piloti in KF1 con i sempre più evoluti motori Maxter.

Un weekend iniziato molto bene e che poteva volgere al meglio, questa volta si è concluso però con una grande delusione per tutta la squadra ufficiale della CRG.

Una squalifica non condivisibile comminata all'idolo di casa Felice Tiene, al quale èstata sfilata dalle mani la coppa di un meritato secondo posto nella prima delle due finali di domenica del Mondiale KF1, e un problema al motore di Max Verstappen che non ha potuto contrastare un sorpasso di Leclerc quando il pilota della CRG si trovava in seconda posizione e in lotta per la vittoria della Coppa del Mondo KF3, non sono certo situazioni che fanno star bene. La squalifica di Tiene poi non fa altro cheallungare ulteriormente quel "cono d'ombra" iniziato nel Mondiale in Germania con l'assurda squalifica di Andrea Dalè per il fantomatico caso della benzina irregolare.



IN KF1 TOLTO IL PODIO A TIENE. In KF1, a rovinare il weekend di Sarno è stata la squalifica comminata a Felice Tiene dopo la gioia del podio per lo splendido secondo posto del pilota napoletano nella finale-3 del Campionato del Mondo. Un secondo posto avvalorato dal giro più veloce in gara e costruito con una prestazione di altissimo livello dopo una bella rimonta dalla settima posizione. La squalifica comminata nel dopo gara al pilota napoletano, dovuta ad un presunto slittamento della frizione nel corso del primo giro (dei 15 in programma), ha compromesso ovviamente anche le possibilità di Tiene nell'ultima finale del weekend. Gli altri due alfieri della CRG-Maxter, Jordon Lennox-Lamb e Laura Tillett sono rimasti coinvolti in un incidente nelle fasi iniziali della gara. Finisce così il Mondiale 2011 per la CRG, con la consapevolezza però di aver fatto valere ancora una volta l'ottimo materiale prodotto dalla casa italiana, sia con i telai CRG che con i nuoviprogressi di competitività dei motori Maxter.



FUORI PISTA VERSTAPPEN IN KF3. Dopo essersi rivelato fra i maggiori protagonisti della Coppa del Mondo KF3 fin dalle prove e in tutte le manches di qualificazione con 5 vittorie e un secondo posto, Max Verstappen in finale non è riuscito a concretizzare quanto di buono aveva costruito per tutto il weekend.

In finale il pilota della CRG ha avuto una partenza difficoltosa dopo essere scattato dall'esterno della prima fila. Verstappen si è ritrovato terzo dopo la prima curva, ma si è ben presto rifatto sotto sui primi. Mentre si trovava in seconda posizione e pronto ad attaccare la leadership, è stato però costretto ad un fuori pista quando al quarto giro di gara Leclerc lo ha affiancato all'interno del tornantino prima della curva veloce che porta al traguardo, proprio in un momento in cui al pilota olandese è mancata la risposta del motore per un problema di passaggio di corrente. Un vero peccato che Verstappen debba rinunciare per l'ennesima volta e non per colpa sua alla conquista di un titolo CIK-FIA, anche in questa occasione assolutamente alla sua portata.



CRASH DI JOYNER IN KF2. Nella Coppa del Mondo KF2 alla fine è mancato il risultato che poteva conquistare il veloce Tom Joyner. Il giovane pilota inglese della CRG, che ha corso con il telaio LH, per un incidente alla prima curva in prefinale (foto sopra) ha lasciato infatti lì tutte le sue possibilità di ben figurare. Abbastanza sfortunato anche il suo compagno di squadra, il portoghese David Da Luz, vincitore della Coppa del Mondo KF2 nel 2009, che non è riuscito a qualificarsi per la finale per una serie di inconvenienti nelle manches di qualificazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©