Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"A Siena rottura Quagliarella De Laurentiis"


'A Siena rottura Quagliarella De Laurentiis'
28/08/2010, 18:08

Mimmo Malfitano è intervenuto nel corso della prima puntata di Amore Azzurro in onda su Radio Amore. "La cessione di Quagliarella? E’ stata un’operazione lampo. Cavani, però, giovedì sera ha dimostrato tutto il suo valore ed a Firenze vedremo un Napoli convinto dei propri mezzi. Il rapporto tra il Napoli e Quagliarella ha iniziato ad incrinarsi in occasione dell’espressione pronunciata da De Laurentiis a Siena e ripresa dalle telecamere di Sky. La successiva espulsione contro il Parma ha aggravato la situazione. Dopo il mondiale ci si augurava un ravvedimento da ambo le parti, ma non è stato così. Ormai era evidente anche la spaccatura tra Quagliarella e la colonia sudamericana. Cedendo la punta della Nazionale, il Napoli ha fatto un’ottima operazione economica ed ha eliminato il dualismo tra Cavani e l’attaccante stabiese che avrebbe impensierito Mazzarri. Questo è un Napoli già disegnato, ora le gerarchie sono chiare. Il silenzio di De Laurentiis? Il presidente ora è preso da impegni cinematografici. Oltretutto, credo che qualcuno gli abbia consigliato di non parlare perché quando si pronuncia, spesso e volentieri, crea momenti di tensione. Se il Napoli dovesse espugnare il Franchi, già lunedì mattina Quagliarella sarà soltanto un ricordo. Arriverà un difensore? Il Napoli sta cercando un rinforzo per il pacchetto arretrato, ma non so chi possa arrivare. Alla fine potrebbe arrivare Mantovani, ma non ho certezze in tal senso. La politica societaria? Il Napoli predilige lavorare con i giovani. Solo Lucarelli ha rappresentato un’eccezione e credo che a partita in corso spesso potrebbe trovare spazio. Sosa ha un talento innato. Yebda può diventare un pilastro del centrocampo, perché è un ragazzo che ha dei numeri importanti. L’obiettivo stagionale del Napoli? Non sottovaluterei questa squadra, dopo gli ultimi due innesti. Sono ottimista, perché credo che questo gruppo possa fare, addirittura, meglio dell’anno scorso anche perché il Napoli ormai ha dei meccanismi collaudati".
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©