Sport / Motorsport

Commenta Stampa

‘Abarth Make It Your Race’: il primo talent show per aspiranti piloti in onda dal 18 novembre su DMAX


‘Abarth Make It Your Race’: il primo talent show per aspiranti piloti in onda dal 18 novembre su DMAX
08/10/2013, 15:10

Il sogno di correre a Monza insieme a piloti professionisti sta per avverarsi per i 6 finalisti del ‘Make It Your Race’, il talent show televisivo che ha coinvolto quest’anno quasi 50.000 appassionati di tutta Europa, che hanno presentato le loro candidature attraverso il sito Internet dedicato all’iniziativa di Abarth.

‘Make It Your Race’ è prodotto da Zodiak Active, la company dedicata ai contenuti digitali e al Branded Entertainment di Zodiak Media, la società di produzione indipendente n° 1 in Europa, parte del Gruppo DeAgostini. 

Il talent show andrà in onda per la prima volta in Italia dal 18 novembre su DMAX - rete maschile del gruppo Discovery, presente sul canale 52 del digitale terrestre e sul canale 28 di TivùSat, che propone una programmazione stimolante e coinvolgente che soddisfa le passioni e gli interessi maschili - e poi sulle reti di tutta Europa.

I piloti che disputeranno a Monza il 19 ottobre una gara ufficiale al volante dell’Abarth 500 Assetto Corse, confrontandosi con gli abituali protagonisti del Trofeo Abarth Selenia Europa e Trofeo Abarth Selenia Italia, sono stati selezionati attraverso una serie di prove che hanno testato le loro abilità in pista, e fuori.

La ricerca dei migliori piloti ‘non professionisti’ è cominciata sul web, con migliaia di richieste arrivate sul sito MIYR. Durante l’estate, centinaia di aspiranti concorrenti, provenienti dalle 11 nazioni europee 

coinvolte - Italia, Francia, Germania, Benelux, Spagna e Portogallo, Svizzera e Austria - sono stati giudicati attraverso prove attitudinali e vere e proprie gare sui kart, per le loro capacità di guida e per le loro storie da raccontare. 

Solo in 28 hanno raggiunto la fase finale della competizione e sono pronti a sfidarsi per avere un posto prenotato a Monza.

La competizione è già entrata nel vivo: i concorrenti sono stati messi alla prova dai giudici del Make It Your Race: Vicky Piria - pilota in Formula Abarth e attualmente impegnata nell' European F3 Open - e Gordon De Adamich, responsabile dell’Abarth Drivng Academy e commentatore televisivo con un passato agonistico di livello come pilota ufficiale Alfa Romeo nel Superturismo.

I due giudici, nel corso del programma, sono stati affiancati di volta in volta da ospiti d’eccezione, volti noti e storici del mondo dei motori che hanno aiutato Vicky e Gordon nella difficile scelta dei finalisti.

La prima parte della competizione è passata dall’Abarth Driving Academy di Varano de’ Melegari, dove i giovani piloti, suddivisi in squadre su base nazionale, sono stati istruiti e testati sulle tecniche di guida. I concorrenti, assistiti da esperti piloti istruttori, sono stati giudicati, oltre che per la loro abilità al volante, anche per la loro costanza e capacità di rispettare le regole.

Solo i più talentuosi e determinati hanno avuto accesso alla fase successiva che ha visto sfidarsi gli aspiranti piloti sulle piste del Balocco Proving Ground per avere la possibilità di scendere in pista a Monza. I volanti disponibili sono solo sei e attraverso un racconto lungo sei episodi si scoprirà chi ce l’ha fatta e chi no.

Un mix spettacolare che non mancherà di appassionare i telespettatori che potranno vivere su DMAX tutto l’entusiasmo, la passione e le sfide di questo avvincente cammino verso il sogno: vivere, almeno per un giorno, come un vero pilota professionista.

Make it your race è reso possibile dal lavoro di tutto il team Abarth e dei partner che accompagnano le attività dello Scorpione, in pista come in strada. In particolare sono al fianco di Abarth per questo programma Michelin, marchio da sempre attento alle innovazioni e alle competizioni, e Italia Independent, che come partner tecnico del team ha anche realizzato un occhiale da sole in edizione speciale, indossato dai partecipanti .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©