Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'AMBIZIONE

"Abbiamo voglia di fare qualcosa di grande"


'Abbiamo voglia di fare qualcosa di grande'
20/11/2010, 14:11

Andrea Dossena, nella conferenza stampa alla vigila della partita contro il Bologna, ai microfoni di Marte Sport Live, analizza la sfida di domani sera, il momento della squadra azzurra e quello personale .
"Sino adesso siamo andati meglio in trasferta che in casa. A Roma con Lazio eravamo stanchi, eravamo a corto di fiato. Ci dispiace molto perchè volevamo restare attaccati alle prime della classifica, noi abbiamo una grande voglia di fare qualcosa di grande. Domani con il Bologna non sarà facile, loro stanno avendo dei problemi ma di sicuro vorranno dimostrare che sono un gruppo unito. Anche io ho vissuto una situazione simile e posso dire che quando scendi in campo i problemi societari li dimentichi. Lo scorso anno ci misero in difficoltà con Jimenez che giocava tra le linee, più o meno come ha fatto la Lazio con Zarate. In settimana abbiamo lavorato proprio su questo aspetto. Dobbiamo continuare a dare il massimo come abbiamo fatto sino adesso. Speriamo solo che domani non piova, un terreno bagnato e in non perfette condizioni è sicuramente una penalizzazione per noi che maciniamo sempre molto gioco."
Il mister si è detto sorpreso del Napoli terzo in classifica
"Io no. Nello scorso campionato abbiamo perso solo ad Udine, a Bologna e con la Sampdoria all'ultima giornata quando non avevamo più nulla da chiedere al campionato. Il Napoli secondo me è nella posizione che merita, anche se personalmente sono ancora molto arrabbiato per la partita persa in casa con il Chievo."
Come sta adesso Andrea Dossena?
"Erano due mesi che giocavo sempre. Il mio è un ruolo molto dispendioso e io sono uno che da sempre tutto in campo. Adesso sto bene, mi sono ripreso dall'infortunio di Cagliari. Vitale in queste due partite ha fatto molto bene e sono felice di questo perchè se la squadra vuole davvero arrivare in alto deve poter contare su tutti gli elementi del gruppo. Vedremo domani se il mister vorrà farmi giocare dal primo minuto oppure no, io comunque mi sento pronto."
Pesa il doppio impegno?
"Stiamo andando bene in campionato, non dobbiamo dimenticarci che siamo terzi in classifica. Adesso ci giocheremo anche l'Europa League. Noi nonostante tutto siamo una delle squadre più in forma di questo campionato, basta vedere anche il numero degli infortunati delle altre formazioni rispetto a quelli della nostra."
Chi non sta vivendo un bel momento è Hamsik.
"Marek ha ruolo molto difficile, forse il più difficile della squadra visto che devve connettere attacco e centrocampo e deve sempre, perchè è il mister che lo vuole, tornare e aiutare il centrocampo. Collegare i due reparti, tornare a corprire, doversi poi trovare gli spazi in fase offensiva e giocare tre volte la settimana e molto dispensioso per un giocatore. Inoltre spesso ci troviamo di fronte squadre chiuse e pochi spazi in campo. In ogni caso lui al 50% è molto più forte di tanti giocatori al massimo della forma."
Lavezzi invece sembra essere al massimo della forma
"Ha delle qualità incredibili, ha qualità tecnica unita ad una grandissima potenza nelle gambe. Il mister lo sta aiutando molto nella sua maturazione. Lavezzi può veramente essere il leader in campo di questa squadra."
La voglia di tornare in nazionale è forte
"Io non so se Prandelli mi stia visionando, ma io ho grandissima voglia di tornare nel gruppo della nazionale. L'infortunio di Cagliari mi ha tagliato fuori dalle ultime convocazioni. Staremo a vedere, per arrivare all'azzurro della nazionale devo fare bene con l'azzurro del Napoli."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©