Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Ad Agnelli e Laudati i titoli Yamaha R Series Cup 2011


Ad Agnelli e Laudati i titoli Yamaha R Series Cup 2011
25/10/2011, 19:10

Scarperia (FI) – In una delle più tristi giornate del motociclismo mondiale, sconvolto dalla tragica scomparsa di Marco Simoncelli, si è disputato al Mugello il sesto e ultimo appuntamento di Yamaha R Series Cup che ha incoronato campioni 2011 il bergamasco Andrea Agnelli e il reatino Ugo Laudati rispettivamente in R6 Metzeler Cup e R1 Akrapovic Cup.
Nell’atmosfera surreale presente sul circuito toscano, a lutto per ciò che è accaduto in Malesia – non sono infatti stati celebrati podi e premiazioni finali - tutti i piloti tre diapason impegnati nelle due categorie R Series Cup hanno voluto però onorare in pista il ricordo del collega di MotoGp dando vita a tre gare al cardiopalma dove non sono mancati impegno, passione e voglia di vincere.
IN TV – L’ultimo round al Mugello andrà in onda in differita sabato 29 ottobre alle ore 14 su Nuvolari TV (canale Sky 144 e Digitale Terrestre 222), all’interno della rubrica Nuvolarilive, uno speciale di circa 30 minuti che mostrerà in versione integrale Gara A di R6 Metzeler Cup e gli highlights della R1 Akrapovic Cup e di Gara B di R6 Metzeler Cup. In cabina di commento Giovanni Di Pillo.
ARRIVEDERCI AL 2012 – Yamaha R Series Cup anche nel 2012 sarà l’unico campionato monomarca a disputarsi insieme al CIV (Campionato Italiano Velocità), la massima espressione del motociclismo nazionale. Yamaha Motor Italia presenterà tutti i dettagli della prossima stagione ad EICMA, il salone internazionale del motociclo in programma a Milano dal 8 al 13 novembre, occasione durante la quale verranno premiati anche i protagonisti 2011.

R6 METZELER CUP - Il 25enne Andrea Agnelli è il nuovo campione Yamaha R6 Metzeler Cup. La classe 600 del campionato monomarca più competitivo del mondo si è decisa anche questa volta all’ultima gara, confermandosi molto equilibrata e competitiva. Il pilota bergamasco, sesto e giustamente “calcolatore” sul circuito toscano, pur non brillando nelle ultime gare stagionali è riuscito però a portare a casa il titolo 2011 terminando in classifica con 13 punti di vantaggio sul suo diretto avversario, il laziale Kevin Caloroso. Per Agnelli, dopo quattro stagioni in R6 Cup, è il primo titolo e le eccellenti prestazioni di inizio anno, soprattutto sul circuito di Monza, testimoniano la sua grande crescita tra i cordoli.Il Mugello, come già successo nel 4° round di luglio, si è confermata però terra del 18enne Yuri Menchetti, che ancora una volta ha dimostrato sulla pista di casa tutto il suo talento firmando pole, gara e giro veloce, lasciandosi alle spalle tutti i suoi avversari. A nulla sono servite infatti le splendide prove di Leonardo Biliotti, Caloroso e Danilo Paoloni, mai per lui realmente pericolosi e giunti al traguardo in questo stesso ordine di arrivo. Con un Agnelli impegnato più a difendere il proprio vantaggio in classifica su Caloroso che ad attaccare, Menchetti, dopo una partenza difficile, ha guidato in maniera strepitosa, spingendo fin dalla prima curva e raggiungendo la testa al giro di boa, leadership che ha portato fino alla bandiera a scacchi con un vantaggio di più di due secondi sul Biliotti. In classifica Agnelli chiude cosi davanti a Caloroso e allo stesso Biliotti, giunto a pari punti con Andrea Paoloni, ma davanti per aver vinto una gara di Misano.
Ancora tante emozioni in Gara B vinta dal Stefano Gambatesa su Luca Savio al fotofinish. Come successo a Vallelunga il brianzolo 19enne è stato protagonista di una lunga battaglia per il primo posto, ma in questa occasione, a differenza del round romano, è riuscito ad avere la meglio e a portarsi a casa il primo successo stagionale per soli 9 millesimi. Per tutta la gara Gambatesa ha lottato con il torinese Savio, nel 2010 primo in Yamaha R125 Cup, e il genovese Marco Gaggino, dando vita ad una bagarre d’altri tempi con sorpassi ad ogni curva e emozioni a non finire. Quarto posto per Favi seguito da una velocissima Romana Fede e dalla coppia di giovani Pala e Furini, anch’essi come Savio protagonisti nel trofeo R125 tre diapason lo scorso anno.
RISULTATI GARA A (8 giri, km. 41,960): 1. Menchetti in 15'56.297; 2. Biliotti a 2.266; 3. Caloroso a 4.531; 4. Paoloni D. A 9.194; 5. Paoloni A. a 16.049.
RISULTATI GARA B (8 giri, km. 41,960): 1. Gambatesa in 16'26.199; 2. Savio a 0.009; 3. Gaggino a 0.139; 4. Favi a 5.404; 5. Fede a 6.860.
CLASSIFICA FINALE: 1 AGNELLI 393; 2 CALOROSO 380; 3 LEUTHE BILIOTTI 334; 4 PAOLONI A 334; 5 PAOLONI D 288.

R1 AKRAPOVIC CUP – Il titolo della R1 Akrapovic Cup 2011 si è deciso al primo giro di gara quando Ugo Laudati, partito fortissimo, ha passato Daniel Brunelli - poleman e leader di classifica con due punti di vantaggio - alla Casanova Savelli, proprio la stessa curva dove un anno fa un lungo gli aveva fatto perdere il titolo di campione 2010 a discapito di Maurizio Prattichizzo. Ma con dodici mesi di ritardo e dopo molti campionati tra i protagonisti della R1 Cup, il pilota di Castel competizione. Al Mugello non c’è stato niente da fare tutti gli avversari compreso Daniel Brunelli, che a pochi passi dal trionfo ha dovuto accontentarsi solo di un quarto posto dietro a Daniel Sanca, tornato in buona forma dopo le ultime incolori gare, e ad Alvise Benato, terzo e autore di una prova molto determinata. Laudati è rimasto in testa per tutti e dieci i passaggi in programma staccando di quasi tre secondi il gruppo degli inseguitori, autori di sorpassi a ripetizione tra loro, tra i quali erano presenti anche il Andrea Manici e Diego Tocca rispettivamente in quinta e sesta piazza al termine della prova.
RISULTATI (10 giri, km. 52,450): 1. Laudati 19'48.918; 2. Sanca a 2.887; 3. Benato a 3.446; 4. Brunelli a 10.047; 5. Manici a 10.100.
CLASSIFICA FINALE: 1. Laudati 123; 2. Brunelli 113; 3. Sanca 103; 4. Manici 87; 5. Tocca 83

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©