Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'AMMISSIONE

Ag. Gonalons: "Il Napoli me lo chiese un anno fa"


Ag. Gonalons: 'Il Napoli me lo chiese un anno fa'
12/06/2012, 14:06

A Radio Crc è intervenuto Frederic Guerra, procuratore tra gli altri di Mahamadou Diarra, Loic Rémy e Maxime Gonalons: “Rémy è un calciatore molto veloce, ha un bel tiro sia di destro che di sinistro. È da due anni ormai che gioca all’Olympique Marsiglia, è in Nazionale ed è un grande giocatore che può interessare i club importanti. Le squadre italiane due anni fa erano interessate al mio assistito ma non avevano soldi per poterlo comprare e garantirgli uno stipendio adeguato. In Francia il mercato aprirà domani e chiuderà il 31 agosto. Ancelotti è molto attento sui calciatori che giocano in Inghilterra ed in Italia per cui credo che il club parigino acquisterà ancora. L’interesse dei club italiani ai calciatori francesi stanno facendo sì innalzare i prezzi dei calciatori ma il problema principale è che in Inghilterra i club possono permettersi di spendere tanti soldi che invece società della Spagna, dell’Italia e della Francia non possono permettersi. Ai giocatori sta interessando quindi sempre più andare a giocare in Inghilterra dove gli stipendi sono elevati. Moussa Sissoko al Napoli? Se il Napoli è intenzionato a comprare un centrocampista alto, forte e dalla corporatura muscolosa allora al club azzurro potrà interessare Sissoko. Ho letto che la Roma era interessata al calciatore ma contatti ufficiali non ci sono stati. Un anno fa il Napoli mi chiese informazioni circa Maxime Gonalons del Lione. Il mio assistito può giocare con qualsiasi modulo perché è molto intelligente tatticamente. Il Lione però quest’anno non credo vorrà venderlo perché sei mesi fa il calciatore ha rinnovato col club. Se arrivasse una nuova offerta dal Napoli? Gonalons gradirebbe la piazza azzurra.Alì Cissokho invece è un giocatore che percorre tantissimi kilometri durante una partita. Non sono più il suo procuratore ma il calciatore non credo possa adattarsi bene al calcio italiano”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©