Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA ANDREOTTI

Ag. Insigne: "Il Napoli vuole puntare su Lorenzo"


Ag. Insigne: 'Il Napoli vuole puntare su Lorenzo'
14/06/2012, 15:06

A Radio Crc è intervenuto Fabio Andreotti, procuratore di Lorenzo Insigne: “Abbiamo apprezzato il lavoro che il Napoli ha fatto in questi mesi. Bigon ha studiato bene le varie possibilità che possano favorire il progetto tecnico di Lorenzo Insigne che rappresenta un patrimonio importante per il Napoli. Sono felice che il mio assistito resta un giovane che si confronterà con una delle piazze più importanti d’Europa quale è Napoli. La sensazione è che il Napoli nella prossima stagione voglia puntare su Cavani, Pandev, Vargas e Insigne. In attacco, mi pare che la società sia soddisfatta. Credo che il Napoli piuttosto, possa cercare un’alternativa a Cavani. Insigne non avrebbe difficoltà ad essere inserito in un modulo diverso, rispetto a quello utilizzato da Zeman. Lorenzo, pur avendo una struttura piccola, ha molta resistenza per cui rispetto a quello che potrà essere il modulo del Napoli, il giocatore potrà fare bene. Nel reparto offensivo, avere la possibilità di giocare con tre attaccanti con Cavani punta centrale e Pandev ed Insigne dietro la prima punta, e con Hamsik a centrocampo, credo che il Napoli possa fare bene mischiando quindi la genialità di Insigne, la capacità realizzativa di Cavani e la classe e le giocate di Pandev. Insigne a Dimaro per restare nel Napoli? Nel calcio i termini assoluti non sono giusti ma se il Napoli lo porta a Dimaro è perché crede che il giocatore possa essere integrato nella rosa azzurra o comunque essere considerato la quarta punta. Tra campionato e coppe, Mazzarri adotta sempre il turnover per cui il mio assistito avrà modo di farsi vedere. Mi auguro che Lorenzo si integri bene nel gruppo, anche se credo si senta già parte integrante dato che spesso sente anche Cannavaro col quale ha un ottimo rapporto. È come se Lorenzo conoscesse già il suo destino. Roberto Insigne? Già l’anno scorso alcune squadre di C volevano Roberto in rosa mentre il Napoli lo riteneva troppo immaturo. Abbiamo accettato la decisione della società, pur non al massimo della felicità ma mi auguro che quest’anno il Napoli lasci giocare Roberto Insigne in una squadra di serie C perché credo sia giusto che il calciatore dimostri di che pasta è fatto. La nostra intenzione è fargli fare un po’ il percorso di Lorenzo. Se De Laurentiis ha visto o sentito Insigne? No, il ragazzo non ha mai avuto il piacere di conoscere il patron. De Laurentiis vede in Insigne la ribalta del popolo napoletano”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©